BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Restyling Cus di Dalmine Nuova ala e pista coperta Investiti 700mila euro

Il Cus di Dalmine, con un investimento da 700mila euro, si rinnova: pista coperta di 200 metri per la corsa, ampliamento degli spogliatoi e della sala fitness, sistemazione dell'area verde e del parcheggio e restyling a livello di immagine, con accesso a controllo elettronico e biometrico.

Più informazioni su

“Se facciamo sport al CUS non è per battere record del mondo, ma per trasmettere valori educativi” ha dichiarato il Rettore Stefano Paleari durante l’incontro con la stampa in occasione della presentazione della nuova area del centro universitario sportivo del Campus di Ingegneria, inaugurata alle 17.30 del 24 aprile a Dalmine.

“Oltre a una pista coperta di 200 metri per la corsa, l’ampliamento degli spogliatoi e della sala fitness, la sistemazione dell’area verde e del parcheggio – ha spiegato Paleari – il CUS di Dalmine si presenta agli studenti e ai cittadini (il centro è aperto a entrambi) anche con un restyling a livello di immagine e un accesso a controllo elettronico e biometrico. L’investimento totale è pari a 700 mila euro. La prossima sfida sarà la realizzazione dei nuovi impianti CUS in Bergamo città”.

Accanto alle strutture non manca l’attenzione al valore educativo dello sport, come ha sottolineato Claudio Bertoletti, presidente del CUS Bergamo: “Il centro Universitario Sportivo è l’alfiere di un’attività sportiva in cui l’agonismo non è un fine ma un mezzo di crescita per i giovani. Crediamo nello sport come compagno non solo degli anni degli studi, ma di tutta la vita. Lo sport infatti è strettamente connesso con la salute e gli stili di vita virtuosi, ecco perché non ci definiamo più un centro di erogazione di servizi, ma un promotore di attività come quelle motorie, dedicate agli anziani con problemi di limitazione dell’autonomia”.

In quest’ottica Rosella Giacometti, Vice Presidente Vicario del CUS Bergamo, ha anticipato un progetto in fieri dell’Ateneo: “Stiamo lavorando a un questionario sugli stili di vita che sottoporremo ai nostri studenti, che in una prima fase si concentrerà su una fotografia descrittiva delle abitudini tra sport, fumo e alimentazione. I primi risultati li avremo per luglio”.

Il programma è parte di un più ampio progetto nazionale del CUSI, Camminare insieme in cui il servizio pubblico dello sport nelle Università, è diretto a promuovere un nuovo modello dello sport universitario nel nostro Paese: “Dalla cenerentola dei valori universitari, quello sportivo sta ritornando ad avere lo spazio che merita – spiega Lorenzo Lentini, Presidente CUSI Nazionale – La cultura e lo sport sono due assi strategici su cui costruire qualcosa di nuovo per il Paese e alzando la qualità media si avviano processi di innovazione con ricadute positive per tutti”.

Il Presidente CUSI Nazionale è arrivato a Bergamo in occasione dell’inaugurazione del CUS con il direttivo CUSI: Eugenio Meschi, vicepresidente generale, Antonio Dima, segretario generale ed Enzo Sabatini Presidente di CUSI Lombardia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.