BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dalle Valli alla Bassa: la Liberazione in Bergamasca tra camminate, mostre e…

In occasione del 70esimo anniversario della Liberazione dell'Italia dalla tirannide nazifascista in Bergamasca vengono promosse numerose iniziative per celebrare questa ricorrenza e coltivare la memoria della Resistenza. Ecco una panoramica degli eventi in calendario.

In occasione del 70esimo anniversario della Liberazione dell’Italia dalla tirannide nazifascista in Bergamasca vengono promosse numerose iniziative per celebrare questa importante ricorrenza e coltivare la memoria della Resistenza. Numerosi gli appuntamenti in città e provincia: dalle Valli alla Bassa, passando per Hinterland, Laghi e Isola non mancano le opportunità per festeggiare la fine dell’occupazione nazifascista nel nostro Paese, la sua riscossa democratica e la lotta antifascista partigiana. QUA gli eventi in città

La data-simbolo è quella del 25 aprile, anche se la guerra si concluse solo verso i primi giorni di maggio. Il motivo è che il 25 aprile 1945 successero avvenimenti importanti e decisivi per la nostra nazione: furono liberate le città di Torino e Milano, con la vittoria degli Alleati e il contributo decisivo dei partigiani. L’Italia voltava pagina, cominciando a scrivere una nuova storia, quella della Repubblica democratica: è il vittorioso epilogo della lotta dei partigiani, persone comuni, uomini e donne di diverse idee politiche o fede religiosa, e di diverse classi sociali, che avevano deciso di impegnarsi in prima persona per porre fine al fascismo e fondare una nuova Italia, libera, democratica e antifascista, principi fondanti inseriti nella Costituzione.

Per celebrare la Liberazione, il 25 aprile e nei giorni successivi, nei diversi Comuni orobici vengono proposte diverse iniziative: accanto alle più tradizionali manifestazioni istituzionali, è possibile partecipare a incontri a tema, spettacoli teatrali e proiezioni cinematografiche, oppure visitare mostre ed esposizioni. A promuovere gli appuntamenti sono i vari enti locali, l’Anpi – Associazione nazionale partigiani d’Italia provinciale con le rispettive sezioni locali e l’Isrec – Istituto per lo studio della Resistenza e dell’età contemporanea – Bergamo.

Ecco una panoramica degli eventi e delle manifestazioni in calendario.

SABATO 25 APRILE

ALZANO LOMBARDO

– ore 8 ad Alzano Lombardo è in programma, con ritrovo in centro paese, una camminata organizzata dal Comune e intitolata "Sui passi della Memoria". Si parte da Alzano Lombardo e si salirà sul Monte di Nese con Andrea Pioselli, storico e collaboratore Isrec, l’Istituto Bergamasco per la storia della Resistenza e dell’età Contemporanea. Evento posto nell’ambito della rassegna "Vivere la Storia".

SERIATE

– ore 9.45 a Seriate: ritrovo al piazzale Alebardi (di fronte al Comune) e partenza del corteo fino al cimitero. Dalle 14.30, nel parco di fronte alla scuola "Battisti": teatro di strada, letture resistenti e canti, storia dei patrioti di Seriate, merenda, giochi e laboratori anche per i piccoli (in caso di pioggia il pomeriggio si svolgerà all’oratorio in via Camozzi, 19).

LOVERE

– ore 11 a Lovere: discorso di Angelo Bendotti (Isrec)nella celebrazione del 25 aprile. Per tutto l’arco della giornata sono previste iniziative a tema (https://schwamenthal.files.wordpress.com/2015/04/13-04-15.pdf), tra le quali spicca alle 17 il concerto "Liberazione in jazz", con il trio Monforte, Fusco e Ferretti.

SCANZOROSCIATE

– Alla sala consiliare di Scanzorosciate fino a domenica 26 aprile, dalle 18 alle 20 sarà possibile visitare una mostra, realizzata dal Gruppo Toponomastica Femminile, dal titolo “Partigiane in città”.

DALMINE

– Alle 15.30 al monumento ai partigiani in viale Betelli è in programma l’arrivo della decima staffetta podistica "Sulle tracce della libertà", partita il 23 aprile da Stella (SV), paese nativo dell’ex presidente della Repubblica e partigiano Sandro Pertini. A seguire, alle 15.45 l’appuntamento è in sala consiliare con la consegna dei riconoscimenti alle famiglie dei dalminesi protagonisti della Resistenza: Natale Betelli, Aldo Cararra e Felice Beltramelli. Intervengono il sindaco Lorella Alessio e l’assessore alla cultura Paolo Cavalieri. Alle 16.30, poi, si potrà percorrere "Sui passi della Resistenza", percorso della memoria tra installazioni e letture a tema, per ricordare la storia dell’antifascismo dalminese.

DOMENICA 26 APRILE

SCANZOROSCIATE

– ore 9,30 al Comune di Scanzorosciate, in Piazza della Costituzione, all’interno della celebrazione per il Settantesimo della Liberazione, intervento di Elisabetta Ruffini (direttrice Isrec). Inoltre, su una delle 15 Pietre d’Inciampo dedicate ai partigiani scanzesi verrà impresso il nome di Cornelia "Mimma" Quarti, agente della Special Force.

ADRARA SAN MARTINO

– ore 10 sui Colli di san Fermo, ritrovo alla casa "La Resistenza"; alle 10.15, partenza della camminata per il monumento della Resistenza al Colletto; alle 11, arrivo al monumento, deposizione corona e discorsi ufficiali; alle 12.30, pranzo sociale alla casa "La Resistenza" (è gradita la prenotazione al 3357559628 – Tiziano oppure al 3406171469 – Marco). Nel corso della giornata, promossa dall’Anpi sezione Valle Calepio – Valle Cavallina a Casa "La Resistenza" (ad Adrara San Martino in via Casina al Monte, 13), sarà possibile iscriversi all’Anpi o rinnovare la propria tessera.

CASNIGO

– Ore 10,30 a Casnigo, in località Ponte del Costone (all’altezza della ciclopedonale della Valle Seriana) è in programma l’inaugurazione di un pannello in ricordo del 70° anniversario del sacrificio del Partigiano Giacomo Adobati, seguita dalla relazione e da testimonianze della lotta di Resistenza locale, a cura di Pierluigi Rossi. Infine, sarà possibile partecipare alla messa e a un aperitivo resistente.

GANDINO

– Fino al 26 aprile a Gandino si può visitare una mostra fotografico-documentale sul 25 aprile 1945 nella Val Gandino e Media Val Seriana. L’esposizione è allestita alla sala Ferrari in piazza Vittorio Veneto e si può vedere dalle 20 alle 22 (nei giorni feriali) e dalle 15.30 alle 18.30 (il sabato e nei giorni festivi). L’iniziativa è promossa dal Comune di Val Gandino e dall’Anpi Valgandino sezione "Bepi Lanfranchi".

LUNEDI’ 27 APRILE

TREVIGLIO

– A Treviglio, nella sede di via Crivelli 11, l’Anpi organizza la mostra "Finalmente liberi". Rimarrà aperta dal 27 aprile al 7 maggio, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18; sabato dalle 9.30 alle 12; festivi chiuso. Per le scuole su appuntamento fino al 15 maggio.

MARTEDI’ 28 APRILE

PONTERANICA

– ore 20.45 a Ponteranica Spazio Bobo: nell’ambito dell’iniziativa "Settant’anni portati benissimo", intervento a partire dai dossier su "La partecipazione delle donne alla Resistenza: la vicenda di Anna Papis".

SERIATE

– ore 21 a Seriate, alla sede Acli in via Venezian, 46/B (di fianco alla scuola materna parrocchiale), viene proiettato il docufilm "Ieri, 25 aprile 1945 – Oggi, 25 aprile 2015".

GIOVEDI’ 30 APRILE

ARCENE

– Dalle 9 alle 11 all’Istituto comprensivo “Cesare Consonni” Arcene: su richiesta dell’Assessorato all’istruzione del Comune di Arcene lezione teatrale dal titolo "L’Altra Resistenza sugli internati militari bergamaschi". In collaborazione con il Teatro Prova.

MAPELLO

DAL 4 AL 16 MAGGIO all’Istituto comprensivo Scuola Secondaria di I grado di Mapello: allestimento della mostra "Salirono in montagna", con lezione per le classi terze il 6 maggio. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’Anpi di Mapello.

MERCOLEDI’ 13 MAGGIO

GANDINO

– Alla Malgalunga con l’Anpi di Lovere, presentazione di "Banditen. Uomini e donne nella Resistenza bergamasca", di Angelo Bendotti, (Il filo di Arianna, 2015).

MARTEDI’ 19 MAGGIO

PRADALUNGA

– Alla Biblioteca Comune di Pradalunga: inaugurazione, a cura dell’Isrec, della mostra "Salirono in montagna" che resterà aperta fino al 3 giugno.

Per consultare il calendario delle iniziative in calendario: www.anpibergamo.it – www.isrecbg.it/web/?p=4971

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.