BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Teb: -647mila euro nel 2014 In sei anni trasportati 19 milioni di passeggeri

A margine dell'inaugurazione della nuova pensilina al capolinea di Albino, il presidente Nunziante Consiglio e l'Amministratore Delegato Gian Battista Scarfone hanno presentato i risultati del bilancio consuntivo 2014 della società.

La nuova pensilina al capolinea di Albino della linea T1 della Teb era una struttura da tempo richiesta e attesa dai cittadini: lunga 30 metri assolve alla duplice funzione di riparo per i passeggeri in sosta e di supporto per le informazioni sulla fermata, completando, con l’adiacente parcheggio da 155 posti, l’area di arrivo del tram al capolinea di interscambio con la Valle Seriana.

Un intervento dal costo di 35mila euro, finanziato grazie al contributo personale del presidente Nunziante Consiglio che ha messo a disposizione per questo e altri progetti la sua indennità di carica rinunciandovi dall’inizio del mandato.

“La stazione di Albino aveva bisogno di questa pensilina – commenta Consiglio – La tramvia è un’infrastruttura che ci invidiano e va tutelata: spero che i tagli non vadano a mettere in discussione corse e dipendenti”.

“La pensilina si inserisce in modo armonico nel contesto – aggiunge soddisfatto il sindaco di Albino Fabio Terzi – C’è sempre stata grande attenzione da parte di Teb al nostro paese, sarà un beneficio per tutti gli utenti e non possiamo far altro che esprimere soddisfazione e riconoscenza”.

Dopo il taglio del nastro il presidente di Teb, insieme all’Amministratore Delegato Gian Battista Scarfone, ha presentato, nell’aula consiliare del Comune di Albino alla presenza del sindaco Fabio Terzi, i risultati del Bilancio consuntivo 2014 che si è chiuso con una perdita di 647.897 euro per la gran parte imputabile agli oneri finanziari. Un passo avanti, però, rispetto ai cinque anni precedenti dove la perdita si attestava attorno al milione.

Nel 2014 è stata raggiunta la soglia significativa di 3,4 milioni di passeggeri trasportati, portando a oltre 19 milioni il dato complessivo sui sei anni della linea, e di più di 550mila chilometri percorsi, per un totale di oltre tre milioni di chilometri dall’avvio dell’esercizio nell’aprile del 2009. I principali ricavi derivano dalla vendita di ticket di viaggio e abbonamenti, per un valore di 1.303.230 euro in leggera flessione rispetto al 2013, e dai contributi per la gestione erogati da Regione Lombardia, 1.705.541 euro, Provincia di Bergamo, 1.001.164, e Comune di Bergamo, 1.001.164 euro.

I costi dei servizi ammontano a 3.011.720 euro, -9,15% rispetto al 2013: un risultato ottenuto grazie alla riduzione degli oneri di manutenzione (203.154 euro), al risparmio sull’energia elettrica (19.037 euro) e gas metano (27.994 euro), al contenimento dei costi di consulenza professionale (21.517 euro), di pubblicità e stampa (10.080 euro) e dei compensi agli amministratori e sindaci (31.933 euro).

Il Bilancio di esercizio per la parte relativa alla gestione caratteristica, ovvero il rapporto tra costi e ricavi al netto degli oneri finanziari, chiude il 2014 con un importante risultato positivodi 277.2014 euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da MAURIZIO

    …E tagliato il nastro…tutti di corsa a commemorare la resistenza. Pancia permettendo, ovviamente.

  2. Scritto da Sergio

    Nonostante sia il “padrone del vapore” dei trasporti bergamaschi che fa e disfa a suo piacimento, nonostante tutti i tentativi di far galleggiare teb usando ogni orpello possibile (eliminando altri mezzi pubblici di trasporto per indurre ad usare il tram) non riesce a farla andare in positivo: vorrà dire qualcosa? Autocritica o ravvedimento mai?

  3. Scritto da MAURIZIO

    Gli amministratori pubblici che utilizzano del tempo per inaugurare una pensilina dovrebbero essere internati in campi di rieducazione alla logica umana.

  4. Scritto da Paola

    Non c’è che dire: Nunziante Consiglio è un genio! E’ lo Steve Jobs del trasporto: “vi dico io di cosa avete bisogno e ve lo invento”…

    1. Scritto da Nicola

      Sarebbe interessante sapere per quanti minuti verrebbe tenuto a fare l’A.D. di una ditta privata. Così, per curiosità..

  5. Scritto da mario

    Costo del biglietto esagerato!
    Dimezzare il costo del biglietto in modo che paghino tutti e chi non paga multe alle stelle!!!
    Per chi fa il percorso pradalunga-> borgopalazzo su 10 il biglietto lo fanno si e no in tre perche non ci sono controlli, mai, a nessuna ora del giorno, per chi fa albino-> bergamo su 10 il biglietto lo fanno in 9!

  6. Scritto da w la teb

    Opera indispensabile che rende un servizio importantissimo alla cittadinanza e a tutta la valle. Come come tutti i servizi pubblici, al di la di possibili ovvie migliorie nella gestiome, mi sembra accettabile che lavori in leggera perdita. Come mai tante indignazione? del costo delle strade nessuno si lamenta mai…

    1. Scritto da Luigi

      “Indispensabile” la vuole far credere Consiglio che ci ha reso scomodo tutto il resto (linee autobus abolite), per obbligarci a usarla. Con cementificazione e asfalto a go-go per parcheggi delle auto alle fermate della teb, auto private e navette a far la spola tra casa propria e le fermate, scomodità a raggiungere a piedi le fermate. Era meglio riconvertire i bus a metano sulle vecchie linee nei centri abitati… Comoda usare i soldi degli altri per esperimenti improbabili

  7. Scritto da Luigi

    Ma come mai coi soldi pubblici si avallano imprese contro ogni legge logica della fisica, del mercato e della matematica? Ma non si vergognano?

  8. Scritto da Luigi

    Agghiacciante l’ostinazione di Consiglio e del suo entourage, nel voler tener vivo un paziente morto con accanimento terapeutico. Ha peggiorato la comodità degli utenti (che avevano le fermate dei bus vicino a casa propria nei paesi), ha infarcito le strade di paese con auto e navette che fanno la spola con le fermate della teb. Obbliga gli utenti a trasbordi di mezzi pubblici demenziali (chi arriva da Albino in su). E non guadagna nemmeno. Complimenti

  9. Scritto da angelo

    una domanda: ma essendo il presidente anche onorevole, non è che l’indennità di carica comunque non la può percepire stante l’impossibilità per legge di cumulare due indennità?

  10. Scritto da Amadeo

    Bell’affare, per una commissione di 10 minuti in Bergamo, ci metto tutta mattina… Per di più lavorano in perdita. Scandaloso

  11. Scritto da michele pezza

    Per diminuire le perdite basterebbe far funzionare tutti i distributori automatici dei biglietti e far salire controllori che controllino i bilgietti e facciano pagare a tutti, italiani e no!
    Troppo semplice?

  12. Scritto da Cristian

    ritengo che l’opera sia fantastica, ma che il costo dei biglietti sia un attimo esagerato. Se controllassero di più, troverebbero molta gente senza biglietto (al 90% stranieri). Ebbene perchè io devo pagare per chi non paga? Anche se prendono multe pensate che le paghino? Non bisognerebbe proprio far salire chi nn ha biglietto. siamo arrivati al punto di mettere i tornelli??

  13. Scritto da Alberto

    Lo ripeto per l’ennesima volta, qui come per treni e autobus: finchè decine di persone, ad ogni viaggio, continueranno a salire senza la minima preoccupazione che magari serva anche un biglietto per poterlo fare, sarà difficile che le cose si sistemino…