BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dea, 4 giorni decisivi: con Empoli e Cesena per blindare la salvezza

I nerazzurri domenica all'ora di pranzo hanno la ghiotta occasione di volare a +10 dai bianconeri (che alle 15 saranno ospiti del Genoa, in corsa per l'Europa), prima del turno infrasettimanale in terra romagnola che potrebbe chiudere definitivamente la corsa-salvezza in favore degli uomini di Reja.

Più informazioni su

L’Empoli prima, il Cesena poi: per l’Atalanta domenica si apriranno quattro giorni che potrebbero essere decisivi per la corsa-salvezza. Gli uomini di Reja si trovano di fronte due match importanti e delicati che, se sfruttati a dovere, potrebbero chiudere definitivamente i discorsi legati alla permanenza nella massima serie.

Si partirà domenica, all’ora di pranzo, con la gara interna con l’Empoli che Denis e compagni non potranno permettersi di sbagliare. Si giocherà alle 12.30 e potrebbe essere l’occasione per volare a +10 sul Cesena in attesa del match delle 15 dei romagnoli, impegnati sul difficile campo di un Genoa lanciato verso l’Europa League. Alle 18 il Cagliari sarà invece ospite della Fiorentina, per un’altra partita proibitiva per i sardi reduci da un periodo difficilissimo che ha portato prima la pesante contestazione di un gruppo ultrà e poi le dimissioni di Zeman.

Mercoledì 29 il turno infrasettimanale proporrà la gara che può valere una stagione, un Cesena-Atalanta che sarà un vero e proprio spareggio con i nerazzurri che avranno dalla loro la tranquilità (si fa per dire) di una classifica che, dopoo i 4 punti conquistati tra Sassuolo e Roma, si è fatta decisamente più bella. E gli uomini di Reja, in quell’occasione, avranno anche a disposizione due risultati su tre: in caso di pareggio, infatti, lo scontro diretto con i bianconeri sarà a favore dell’Atalanta, che ha vinto 3-2 il match dell’andata. Quella stessa sera il Cagliari sarà ospite del Chievo.

Insomma, il calendario offre un assist non indifferente ai nerazzurri, che domenica 2 maggio potrebbero disputare la gara interna con la Lazio con una classifica ancora più serena di quella attuale, per giocarsi il match coi capitolini (in corsa per un posto in Champions League) a viso aperto e senza nulla da perdere, magari cercando di fare un bel regalo a tutti quei tifosi che quest’anno hanno fatto soffrire molto più di quello che anche il sostenitore più pessimista avrebbe potuto prevedere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da apostrofiamoci

    “…per un altra partita proibitiva…” occhio agli apostrofi ragazzi!

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      ahi ahi ahi… ha ragione. Corretto. Grazie

  2. Scritto da dancar

    dobbiamo vincerle entrambe… puntando sul ritrovato Denis, su Estigarribia e, sperando che si svegli, il Papu.