BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Brembo, Tiraboschi: Investiamo in Usa e Mexico Puntiamo ai 2 miliardi fotogallery video

Matteo Tiraboschi, vice-presidente di Brembo Spa, illustra i prossimi investimenti del gruppo: dagli Usa al Mexico, dalla Cina all'Italia. E non nasconde di puntare a raggiungere i due miliardi di euro di ricavi dopo gli ottimi risultati del 2014 che hanno visto crescere di oltre il 14% i ricavi.

Il Mexico, gli Stati Uniti, la Cina come avamposto per l’Asia e ancora investimenti sull’Italia. A margine dell’assemblea degli azionisti di Brembo Spa, che si è svolta giovedì 23 aprile al Kilometro Rosso, Matteo Tiraboschi, vicepresidente di Brembo spiega i prossimi obiettivi del gruppo.

"Grazie agli investimenti avviati lo scorso anno in Usa e Messico, per Brembo si apre un nuovo ciclo del processo di internazionalizzazione, che consentirà di accompagnare l’ulteriore sviluppo nel mercato americano, il primo mercato per Brembo e che pesa per circa il 25% sul bilancio del gruppo – afferma Matteo Tiraboschi, numero due di Brembo -. Il 2015 ci vedrà ancora molto impegnati sul continente americano per le due nuove fonderie in Mexico e negli Usa. Inoltre potenzieremo la nostra presenza investendo nei siti produttivi di Polonia e Repubblica Ceca. Infine, puntiamo sulla Cina. Abbiamo un insediamento a Nanchino, ma non possiamo avere un unico hub Brembo per tutto il continente asiatico. Se Brembo guarda al mondo, non manca l’attenzione all’Italia dove riversiamo il 30% dei nostri investimenti. Lo facciamo perché la nostra presenza industriale in questo Paese resti competitiva, è un impegno che abbiamo preso da tempo e che continueremo a fare".

Alla domanda se dopo le ottime prestazioni di crescita si punta ai due miliardi di euro, Tiraboschi sorride, non smentisce e alla fine ammette: "Ci stiamo lavorando". 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alberto

    Spero stiate investendo anche in Italia, e non solo in tutto il resto del mondo…

    1. Scritto da lele

      Smetti di sperare e rileggiti l’articolo che hai commentato