BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al Qaeda,18 arresti Anche un imam della Bassa che formava terroristi-Video

C'è anche un imam residente a Zingonia tra gli arrestati del vasto blitz antiterrorismo portato a termine dagli agenti speciali della Polizia di Stato. In tutto sono finite in manette diciotto persone, accusate di far parte di un'organizzazione fondamentalista legata ad Al Qaeda

 Formava nuovi terroristi nei luoghi di culto della Bassa Bergamasca e Bresciana. C’è anche un imam residente a Zingonia tra gli arrestati del vasto blitz antiterrorismo portato a termine dagli agenti speciali della Polizia di Stato. In tutto sono finite in manette diciotto persone, accusate di far parte di un’organizzazione fondamentalista legata ad Al Qaeda su tutto il territorio nazionale, in particolare a Bergamo, Cagliari, Foggia, Frosinone, Macerata, Roma e Sassari. Proprio in Sardegna si trovava la base operativa del network. 

Tra le persone arrestate ci sarebbero gli autori della strage del mercato di Peshawar, in Pakistan, nell’ottobre del 2009 quando persero la vita oltre cento persone. Ma non è l’unico attentato sanguinario di cui si sarebbero resi protagonisti.

La Digos di Sassari ha intercettato alcune comunicazioni tra due membri della rete terroristica che farebbero pensare a una vicinanza strettissima con Osama Bin Laden. Le stragi in Pakistan avevano un obiettivo ben preciso, quello di spingere il governo a rompere l’alleanza con le forze statunitensi nel contrasto ai talebani.

A Bergamo il terrorista fermato sarebbe residente in un paese della BassaSi tratta di un imam e formatore che operava tra le province di Bergamo e Brescia ed era l’esponente di spicco dell’organizzazione fondamentalista affiliata ad Al Qaeda. Anzi, suo il ruolo principale: è infatti un dirigente del movimento pietistico Tabligh Eddawa (Società della Propaganda). 

L’uomo, forte della sua autorità religiosa di Imam e formatore coranico, stimolava la raccolta di fondi, all’interno delle comunita’ pakistano-afghane, radicate nel nostro territorio. In un caso è stato riscontrato il trasferimento di 55.268 euro mediante un volo per Islamabad in partenza da Roma Fiumicino. 

Il gruppo di terroristi aveva base operativa in Sardegna, a Olbia: la cellula era coordinata da un pakistano, imprenditore nel settore delle costruzioni.

Tra le accuse della procura, ci sarebbe anche quella di traffico di migranti. Secondo una prima ricostruzione, i presunti terroristi gestivano l’arrivo di clandestini in aereo e con documenti falsi.

Tra le attività riscontrate dagli inquirenti ci sarebbe anche l’organizzazione di un attentato in Vaticano contro Papa Benedetto XVI, Joseph Ratzinger. Lo hanno riferito inquirenti e investigatori nel corso della conferenza stampa negli uffici della procura di Cagliari.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Patrizio

    Spero che non si trascuri nessun controllo. Armi, denaro, esplosivi,… non devono impossessarsene chiunque. La legge sulla privaci in molti casi è una protezione ai mal intenzionati. Eliminatela. Sarà più facile per tutte le forze dell’ordine Italiani.
    Rischieranno di più anche i nostri politici.

  2. Scritto da arpaleni

    per chi non l’avesse ancora visto e avesse qualche dubbio sulla bella gente che lo Stato ci mette in casa, consiglio il film “leave to remain” Più chiaro di cosi !!!!!

  3. Scritto da Alberto

    Ci stiamo martellando da soli i gioielli, e siamo pure orgogliosi di farlo. Uno Stato in fase terminale.

    1. Scritto da Jim

      Dopo quasi 10 anni di governo della tua lega e del tuo pdl non poteva essere diversamente. Matematico.

  4. Scritto da fate ridere

    Mica erano tutte invenzioni dei leghisti?

    1. Scritto da Bacarozzo

      Questo era in italia dal 2007-8 o giù di lì, prova a chiedere a qualcuno che magari ha fatto il ministro dell’interno per qualche anno in quei tempi lì ….. ti sfugge il nome ?

      1. Scritto da fate ridere

        Chiaro la colpa è della lega…secondo me aveva anche le mutande verdi e andava a scuola con il trota.Siete irrecuperabi.

        1. Scritto da Bacarozzo

          E sì che ti ho fatto un’osservazione semplice semplice , voi che siete molto bravi quando non siete al governo , tanto da portare le tasse al 20% (come dice salvini) , fermare gli sbarchi , fermare l’immigrazione, togliere il patto di stabilità ecc ecc , com’è che quando siete al governo fate record di tassazione, distribuite profughi libici e tunisini in tutt’italia, triplicate l’immigrazione, applicate duramente il patto di stabilità, e ci portate sull’orlo del fallimento ? Balores !

  5. Scritto da Luca

    io sono favorevole alla costruzione della moschea a Bergamo, ma che non sia affidata al gruppo di via Moncenisio, né a gruppi che hanno ospitato personaggi discutibili. Non si crei una bomba sociale, non si potenzino i gruppi magari più numerosi, ma con comportamenti da verificare … la moschea può essere una cosa bellissima, ma con la pianificazione urbanistica degna del suo nome

    1. Scritto da + verande x tutti

      Primo: le moschee non sono solo luoghi di culto; sono soprattutto luoghi dove si amministra di fatto la cosa pubblica, si dirimono controversie e si prendono decisioni di pubblico interesse. Secondo: sarò favorevole al culto islamico a casa mia quando gli islamici saranno favorevoli ad altri culti a casa loro. Detto ciò, sono stato in paesi a maggioranza islamica e mi sono adattato tranquillamente ai loro usi. Però pretendo che loro facciano lo stesso qui.