BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

All’Expo un padiglione per i giochi dei bimbi

I bambini si divertiranno a scoprire il tema della vita e della sostenibilità del Pianeta, con nuovi e innovativi approcci studiati per stimolare la loro curiosità: dalle bilance per confrontare il proprio peso con quello di alimenti di origine animale e vegetale, all'orchestra messa in moto dai bambini pedalando su biciclette e tandem, fino alla raccolta di gocce di acqua piovana da inserire in un contenitore per dare vita a fiori e piante

Più informazioni su

Si chiama Children Park ed è uno dei padiglioni dell’Expo. La sua peculiarità è che è dedicato ai bambini.

Per realizzarlo ci si è affidati all’Istituzione Scuole e Nidi d’infanzia del Comune di Reggio Emilia e a Reggio Children.

Il risultato è uno spazio davvero speciale, tra natura, sperimentazione e tanto gioco: esseri umani, piante, animali, ognuno in relazione con l’altro, ognuno corresponsabile del destino dell’altro.

I piccoli divertendosi indagheranno come si relazionano gli esseri viventi e scopriranno giocando il concetto della sostenibilità del Pianeta.

All’interno del Children Park il panorama naturale reso dall’architettura all’avanguardia presenta delle passerelle sospese a grandi alberi artificiali alti 12 metri, formate da elementi a forma di rocchetto, che offrono numerose zone ombreggiate e riparate, mentre una pensilina collega le passerelle in un percorso tutto da esplorare.

Una volta entrati nel Children Park, ai bambini verrà distribuito un album che li guiderà nell’esplorazione del bosco, in un sentiero naturale che esalta elementi-chiave quali l’acqua, l’aria, la terra, l’energia, il mondo vegetale e il mondo animale, attorno ai quali ruotano i contenuti educativi delle proposte.

I bambini si divertiranno a scoprire il tema della vita e della sostenibilità del Pianeta, con nuovi e innovativi approcci studiati per stimolare la loro curiosità: dalle bilance per confrontare il proprio peso con quello di alimenti di origine animale e vegetale, all’orchestra messa in moto dai bambini pedalando su biciclette e tandem, fino alla raccolta di gocce di acqua piovana da inserire in un contenitore per dare vita a fiori e piante.

Un giardino a misura di bambino, in cui la normalità è cavalcare melanzane giganti e scivolare su foglie di lattuga, fare una passeggiata in riva al lago e sedersi comodi sotto un albero per gustare un ottimo picnic.

Il progetto intreccia strettamente pedagogia, comunicazione, architettura, design dei materiali e design dei servizi: un intreccio accurato per non tradire l’immagine di bambino e del messaggio che si intende dare.

Un paesaggio curato e bello, in cui l’estetica dei luoghi e la cultura dell’infanzia possano costruire una relazione efficace e visibile. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Tony

    Poi, fuori da lì, i bimbi incontrano la dura realtà di un mondo e un futuro rovinato dagli attuali adulti, e dubitano di tutta la bella etica appena appresa ad expo…..