BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Province, Misiani (Pd): “Servono misure di emergenza per approvare i bilanci”

Dove sono i parlamentari? Avevamo posto questa domanda in un articolo pubblicato sulla riforma Delrio, quella che ha sconvolto i bilanci delle Province italiane e rischiano di mettere in ginocchio servizi essenziali. Antonio Misiani ha risposto con una mozione presentata alla Camera con l'obiettivo di chiedere al governo misure emergenziali per consentire alle Province di approvare i bilanci 2015.

Più informazioni su

Dove sono i parlamentari? Avevamo posto questa domanda in un articolo pubblicato sulla riforma Delrio, quella che ha sconvolto i bilanci delle Province italiane e rischiano di mettere in ginocchio servizi essenziali. Il deputato del Partito democratico Antonio Misiani ha risposto con una mozione presentata alla Camera con l’obiettivo di chiedere al governo misure emergenziali per consentire alle Province di approvare i bilanci 2015 e affrontare con più tranquillità il passaggio delle funzioni a Regioni e Comuni, così come previsto dalla Delrio. Vedremo come risponderà il governo.

“Dagli enti territoriali arriva un terzo delle risorse contenute nella legge di stabilità e tra queste quasi metà delle riduzioni di spesa – ha spiegato Misiani in aula -. E’ un’azione di contenimento molto forte. La legge di stabilità ha anche ampliato la possibilità di investimento perché il patto di stabilità è stato allentato. Il combinato di queste scelte ha lasciato aperti nodi importanti che rischiano di condizionare negativamente al processo di riforma, specialmente per la riforma Delrio. I numeri di Sose che ha stimato la spesa efficentata per le funzioni fondamentali e la capacità f9iscale standard di province e città metropolitane ci dicono che è di 684 milioni. Il taglio effettivamente richiesto dalla legge di stabilità è di 900 milioni per il 2015, 1,8 milioni, 2,7 nel 2017. Questi numeri ci dono che province e città metropolitane ci dicono che non hanno le risorse per esercitare le funzioni e continuano a pagare quanto spetterebbe ad altri enti. Per questo credo che sia utile, come ha proposto l’unione delle province italiane, che le commissioni di camera e senato analizzino la situazione di province e città metropolitane. Il parlamento deve verificare l’effettiva sostenibilità, sollecitando nel caso il governo a ripensarla. Chiediamo di affrontare alcune iniziative: rinegoziare i mutui di province e città metropolitane, revisione delle sanzioni del patto di stabilità interno stabilite nell’intesa Stato-enti locali, escludere dalle sanzioni le proroghe dei contratti a tempo determinato. Invitiamo il governo a valutare l’opportunità di consentire a province e città metropolitane in via eccezionale di approvare un bilancio solo annuale e di applicare a preventivo gli avanzi di amministrazione. Sono misure di emergenza dettate dalle criticità: la riforma Delrio è un pezzo importante dell’ampio disegno messo in campo da questo governo, l’attuazione è legata alla possibilità delle province di fare i bilanci”.

GUARDA IL VIDEO

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Patrizio

    Poche soluzioni. Incapacità totale.
    Super stipendi che arrivano tutti i mesi.
    Uffici inutili non si smuovono.
    Parlamentari e regioni tagliatevi lo stipendio retroattivo causa danni fatti da 25 anni.

  2. Scritto da masper

    Benvenuto PD! (Ma di quale corrente?)

  3. Scritto da Gino

    “ci dicono che non hanno le risorse per esercitare le funzioni e continuano a pagare quanto spetterebbe ad altri enti” .
    Se le regioni mettono i bastoni tra le ruote e non si assumono i propri compiti per forza poi accadono queste cose.
    E’ la solita voglia di non cambiare nulla. Alla faccia dei commentatori qui sotto.

    1. Scritto da lotte fratricide?

      Non ho capito cosa c’entrano i “commentatori qui sotto” se le Regioni (per la maggior parte amministrate dal PD) mettono i “bastoni tra le ruote” (???) al governo (del PD) e non si assumono i propri compiti (quali???)…Non ti viene il dubbio (e forse doveva venire anche al sig. Misiani) che forse la legge era stata fatta un pochino col c…?

      1. Scritto da Gino

        Fatti una ripassatina su internet sulle posizioni di Maroni ( è del PD ?) sul tema e poi ne riparliamo. Raccontami anche quali attività della Provincia ha acquisito tra quelle che dovrebbe (e per le quali ha i soldi) .

  4. Scritto da freud

    Uno approva una legge e poi chiede di “ripensarla”, fa parte della maggioranza di governo e chiede pubblicamente (a chi?) di “ripensarla”. Se non fosse che questo è un furbo di tre cotte e lo fa solo per far vedere che esiste, e per mantenere la cadrega in caso di elezioni anticipate, si potrebbe parlare di un caso lampante di manuale di psichiatria (atteggiamenti schizofrenici)

  5. Scritto da Magister

    Prima fanno le leggi che creano disastri, poi si pongono come quelli che sistemano le cose, ma ci prendete per cretini? Ma chi fa le cose in modo cosi approssimativo creando disservizi e costi notevoli per il pubblico continua a ricoprire lo stesso posto? Perchè dimostrata la loro incapacità non vengono cacciati? Immagino che saranno anche ben stipendiati

  6. Scritto da VedettaLombarda

    On. Misiani, quando ha votato la legge DelRio che secondo la Vostra idea dove abolire le Province in nome della spending review, dove era?
    delle due l’una, o avete approvato una legge sbagliata e lo dovete ammettere di fronte agli italiani andandovene a casa … oppure quei soldi non servono per chiudere I bilanci e sta dicendo ora una bugia.

    Comunque sia,l’errore c’è quindi tornatevene a casa, compreso in Provincia, voi e quei cadregari di Forza Italia

  7. Scritto da Alberto

    Ah, il buon governo piddddi… Non come quegli incapaci che c’erano prima (tecnici esclusi ovviamente, che in quanto tali sono infallibili per definizione)…

  8. Scritto da Luis

    Fa bene a porsi il problema che la SUA maggioranza ha provocato, spero che dalle dichiarazioni adesso si passi a qualche provvedimento concreto, ma soprattutto che ci si renda conto che non si può tagliare a Roma e tentare di spendere a Bergamo, qui di troppa spesa e troppe tasse ormai si muore…