BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Dei miracoli sul Serio” Un romanzo tra fede, scienza e un po’ d’amore

Sette autori - sette come i giorni della settimana, come le virtù e i vizi capitali - si sono cimentati in un'opera corale: "Dei miracoli sul Serio". Un romanzo pubblicato da Lubrina Editore che raccoglie scene quattrocentesche di nascite, di fede, di scienza, di viaggio e anche un po’ di amore.

“Siamo a Albino, un paese della Valle Seriana in provincia di Bergamo. Nel 1468, vicino al convento della Ripa, si assiste a una serie di nascite mostruose. Il frate confessore Silvano, la prostituta Margarita indagano: entrambi hanno pratica di luoghi, il confessionale e il letto, dove uomini e donne raccontano volentieri di sé. Intanto Alberico, priore del convento, raccoglie testimonianze contro un capro espiatorio.

Al convento vivono altri personaggi che intervengono a vario titolo nella vicenda: Cellino, un ex minatore divenuto artigiano e frate, e Desiderio, un chierico vagante che si è fermato qualche giorno a riposare. Sarà lui a partire per Castel del Monte, un luogo di studio molto lontano dove cercherà una spiegazione al mistero dei neonati. Intanto viene istituito un processo”.

"Dei miracoli sul Serio" è un libro scritto da sette autori (Gloria Albani, Marinella Daniele, Gianfranco Gambarelli, Marco Moretti, Lucia Preda, Adele Schirinzi, Paola Suardi). Tra loro c’è chi si occupa di tutela dei minori, chi di filosofia, chi insegna lettere, chi matematica, chi è pubblicitaria, chi imprenditrice. Un gruppo eterogeneo che si è cimentato con passione nella scrittura, coordinati con pazienza e competenza da Alessandra Pozzi, da anni docente di scrittura creativa a diversi livelli, nella scuola secondaria, in università, per associazioni culturali.

E la scrittura, affrontata con spirito ludico e molta dedizione, li ha ripagati con un lavoro che avanzando li ha portati dove all’inizio non pensavano sarebbero arrivati.

Dal Convento della Ripa di Albino a Castel del Monte, da un mistero a una soluzione, da esercizi di scrittura a un romanzo composito ricco di voci e registri.

"Prima di leggere. Questo libro è frutto di una passione condivisa. Pretendere che viaggi nel grande mondo è un vizio della scrittura che reclama lettori. Lo abbiamo sottotitolato “scene” proprio perché non si montasse la testa. Si voleva che la scrittura raccontasse la differenza tra il nostro presente e passato, facendo intravvedere lo scarto interessante di mentalità e di pratiche di vita. Così abbiamo scelto di collocare la nostra storia in un luogo vicino e in un tempo lontano. Il luogo è il convento della Ripa ad Albino (Bergamo); il tempo è in bilico tra un Medioevo agli sgoccioli e un nuovo che avanza. Abbiamo diligentemente consultato fonti di storia locale e varia saggistica ma evitiamo di sottoporre la pazienza del lettore alla rassegna bibliografica che pure potremmo vantare. La sfida più divertente è stata la composizione a più mani di un unico tessuto, o testo che dir si voglia. Gli autori sono sette: come i giorni della settimana, come le virtù ma anche come i vizi capitali".

INFO

Titolo: "Dei miracoli sul Serio"

Autori: Gloria Albani, Marinella Daniele, Gianfranco Gambarelli, Marco Moretti, Lucia Preda, Adele Schirinzi, Paola Suardi.

A cura di: Alessandra Pozzi. 

Genere: romanzo

Lubrina Editore

Pagine 345

Euro 14

(Fiera del Libro e Libreria Palomar)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Silvana Arcaini

    Ho letto con piacere il romanzo che ho apprezzato per la sua scorrevolezza e lo ritengo molto coerente ed efficace nell’inserimento dei personaggi e nel loro interagire. La vicenda, ricca di riferimenti storici ben precisi, cattura immediatamente l’attenzione per l’apparire di personaggi ben caratterizzati per i quali si prova da subito simpatia o antipatia. Gli argomenti trattati tengono vivo l’interesse e la tensione del lettore fino alla fine.E’ stata una piacevole ed interessante lettura!