BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Sangue Nostrum”: pesantissimo attacco del Pacì alla Lega

Il Centro Sociale Autogestito bergamasco Pacì Paciana nella notte ha macchiato di vernice rossa la sede della Lega Nord in città ed esposto uno striscione contro Daniela Santanchè e Matteo Salvini.

Più informazioni su

Blitz notturno del Centro Sociale Autogestito Pacì Paciana alla sede della Lega Nord a Bergamo: vernice rossa è stata lanciata sull’ingresso a vetri principale, accompagnata da uno striscione di insulti per Daniela Santanchè e Matteo Salvini.

Una protesta legata alla tragedia che, nella notte tra sabato e domenica, è costata la vita a centinaia di vittime nel canale di Sicilia: numeri che, sottolinea il Pacì Paciana in un post apparso sulla propria pagina Facebook intitolato “Sangue Nostrum”, “sono tragicamente maggiori: migliaia di uomini giacciono sul fondo di quel tratto di mare che ci separa dal nord Africa e che negli anni si è trasformato in un cimitero a cielo aperto. Uomini, donne e bambini, il più delle volte in fuga verso un desiderio di pace, tranquillità, o semplicemente di vivere una vita diversa, di soddisfare i propri bisogni, i propri desideri”.

Alla Lega Nord viene attribuita la “responsabilità e indegnità” di aver usato la tematica migratoria solamente a proprio uso e consumo: “Non sono i soli responsabili – continuano dal Pacì Paciana – ma i primi che negli anni hanno fondato un’imprenditoria politica sulla contrapposizione ai migranti, generando una narrazione tossica indubbiamente colpevole di tanti morti nel Mediterraneo. Tornano a parlare di blocchi navali immemori del fatto che un blocco già fu imposto nel 1997. Quella volta si parlava di Albania e a soli due giorni dalla sua indizione lo speronamento della nave Kater i Rades da parte di un mezzo della marina militare provocò la morte di 81 persone e 27 dispersi.

La Lega fu promotrice delle più scellerati legislazioni in materia di migrazione che la storia repubblicana ricordi, e che portarono alla situazione attuale. Dalla Bossi-⁠Fini, al favoreggiamento del sistema mafioso di accoglienza dell’emergenza a seguito della caduta del regime tunisino, al reato di clandestinità, alle tante ordinanze sindacali dei comuni a giunta leghista, discriminatorie e persecutive nei confronti dei migranti.

Poche le voci di contrasto negli anni, con una destra che cavalca odio e paura verso i migranti, e una “sinistra” tesa all’insegumento con il terrore di perdere consenso: chi si ricorda la Turco-⁠Napolitano (QUEL Napolitano), progenitrice dei CPT/⁠CIE?

Anche dopo queste ennesime morti lo scenario è ripetitivamente terrificante nella sua inadeguatezza e ottusità: il premier Renzi, a fianco di generali in divisa, dovendosi districare tra l’intervento di terra in Libia e il blocco navale, sceglie di appellarsi all’Europa, quella di FRONTEX per intenderci, riducendo tutto ad un’operazione di polizia internazionale contro il traffico di uomini. In sostanza quello che l’Unione Europea già sta facendo da anni e che non ha portato a soluzioni concrete.

Blocchi navali, interventi di terra, accordi bilaterali tra stati, e via dicendo, sono misure fallimentari che produrranno solo più morti e più soldi nelle mani degli scafisti. L’unica soluzione possibile è l’apertura immediata di un corridoio umanitario, permessi di soggiorno slegati dal lavoro, percorsi di inserimento sui territori reali e non a vantaggio delle strutture di accoglienza, immediata apertura dei confini interni all’Europa anche per i non comunitari.

Il diritto alla mobilità non può essere fermato dai confini, siano essi tra gli stati o negli immaginari di sciacalli e razzisti.

PER LA LIBERTÀ DI MOVIMENTO NO ALLA FORTEZZA EUROPA

c.s.a. Pacì Paciana"

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da KBg

    Il Compagno Stalin si che saprebbe come comportarsi con gli strafatti del paci’…..

  2. Scritto da betty

    e poi dicono che è la lega che fomenta lo scontro sociale…

  3. Scritto da lidia

    come disse una volta la giornalista Berlinguer, i cittadini hanno il diritto di esprimere le loro opinioni e di manifestare,
    la politica ha il dovere di governare e pensare al bene dei suoi cittadini,
    purtroppo mi sembra che da molto tempo a questa parte non abbiamo più politici validi in grado di affrontare le emergenze,

    1. Scritto da Alberto

      Ah beh, se l’ha detto la “giornalista” Berlinguer…

  4. Scritto da W la democrazia

    Grande cosa la Democrazie. Permette a tutti di esprimere le proprie cazzate. W il Pcì Paciana, W Casa Pound, W i Partigiani, W i Repubblichini, W gli omosessuali, W gli eterosessuali, W la Famiglia naturale, W quella gay con figli, W Gesù Cristo, W Maometto.
    W Bergamonews, che ci permette di scaricare in piazza le nostre personali paturnie. W tutti quelli, compreso il sottoscritto, che continuano a credere di essere, con il loro interventi, il sale della terra.

  5. Scritto da luca

    Curioso essere contro la globalizzazione, la speculazione edilizia , lo sfruttamento del padrone e poi sostenere un’immigrazione selvaggia che porta precisamente a quei risultati. Minus habens.

  6. Scritto da pierluigi

    Facciamo un attacco uguale alla sede del pacì Paciana? Cosa direbbero il gori, così amato dai bergamaschi, e i suoi sodali,che in questo caso sono zitti e muti?

  7. Scritto da Max Italiano

    Ospitateli tutti al Paci Paciana!!!Io non dico che non bisogna aiutarli,ma non trovo giusto dare subito un tetto a loro quando prima ci sono migliaia di famiglie ,padri disoccupati italiani..PRIMA NOI se poi avanza qualcosa sono il primo a dire aiutiamoli…,siamo gia’ nella mer..a noi,come faremo ad aiutare tutti???

  8. Scritto da PACI NO GRAZIE

    A questi ragazzi dico solo che se sono coerenti ne ospitino un po’ a casa loro o nel loro cosi detto centro sociale.

    comunque li scuso perché quando hanno fatto il blitz saranno stati sotto l’effetto di alcol o altro, anche domenica mattina sono passato nei pressi del Paci ed era pieno di bottiglie vuote e ragazzi allo sbando.

  9. Scritto da Arturo

    La “fortezza europa”come la chiamano i razzisti del pacì paciana,dovrebbe riempirsi di un altro paio di miliardi di persone, oltre ai più di 500 milioni che la abitano?Pii le case, le strade,le scuole e tutto il resto dove le facciamo?I geni del pacì paciano non sono anche coloro che lottano contro la cementificazione, insieme ai verdi e ai piddini?Difficile avere il verde e fare le case per miliardi di persone contemporaneamente!sono razzisti verso noi bianchi europei!

  10. Scritto da + verande x tutti

    Non prendo lezioni da gente che notoriamente lavora 15 ore al giorno e che vuole eliminare fisicamente chi non la pensa come loro. Democratici sino al midollo. E chiedo che ognuno di questi signori si porti a casa un clandestino o due. Da mantenere, si intende. Fatto ciò, dopo un paio di mesi ne riparliamo.

    1. Scritto da Irene Bruscolo

      Io invece non prendo lezioni da persone che veramente lavorano 15 ore al giorno e che per questo motivo non hanno tempo di pensare e pertanto dicono continuamente stupidaggini.

      1. Scritto da + verande x tutti

        Vale per lei il vecchio motto di Ermes Rubagotti.