BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Aeroporto, i sindaci chiedono di tassare i voli per interventi anti rumore

Una tassa per ogni aereo in partenza e in arrivo all'aeroporto di Orio al Serio. E' la richiesta ufficiale dei sindaci della zona aeroportuale che hanno preso carta e penna per scrivere a Regione Lombardia.

Una tassa per ogni aereo in partenza e in arrivo all’aeroporto di Orio al Serio. E’ la richiesta ufficiale dei sindaci della zona aeroportuale che hanno preso carta e penna per scrivere a Regione Lombardia. I destinatari della missiva sono i due assessori bergamaschi: Alessandro Sorte, Mobilità e Infrastrutture, e Claudia Terzi, Ambiente.

I primi cittadini chiedono di poter riscuotere la tassa denominata “Iresa”, istituita a livello regionale con l’obiettivo di realizzare interventi di mitigazione ambientale contro il rumore degli aerei, salvo poi essere sospesa nel luglio 2013 dalla Giunta Maroni. La reintroduzione della gabella non andrebbe a gravare su Sacbo, ma sulle compagnie aeree. A livello regionale si è ipotizzato di incassare 3,7 milioni di euro, cifra contenuta rispetto alle aliquote applicate dalla Regione Lazio.

Per fare qualche esempio: su un atterraggio e decollo a Fiumicino un Airbus 320-232 paga una tassa di 267 euro, rispetto ai 14 euro che la Regione Lombardia fa pagare a Malpensa. Su un Boeing 777-300Er a Fiumicino si pagano 1.257 euro per ogni atterraggio e decollo, rispetto ai 69 euro di Malpensa. “Alla luce di quanto emerso in occasione dell’incontro tenutosi il 26 febbraio presso la presidenza del Consiglio dei ministri alla presenza dei Comuni di Azzano San Paolo, Grassobbio, ed Orio al Serio, in cui veniva confermato il forte impatto ambientale derivante dalle attività aeroportuali – si legge nella lettera inviata dai sindaci alla Regione -, atteso che con le risorse derivanti dall’imposta Iresa consentirebbero ai Comuni dell’intorno aeroportuale di procedere alla realizzazione di interventi di mitigazione ambientale, chiediamo che venga immediatamente resa attuativa la riscossione dell’imposta e che il derivante introito sia proporzionalmente distribuito ai Comuni interessati”. Il documento è stato firmato dalle amministrazioni di Azzano San Paolo, Bagnatica, Bergamo (stavolta in accordo con gli altri Comuni), Bolgare, Brusaporto, Cavernago, Costa di Mezzate, Dalmine, Grassobbio, Grumello del Monte, Lallio, Levate, Orio al Serio, Seriate, Stezzano, Treviolo, Zanica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luigi

    Una tassa applicata solo ad un aeroporto e non a tutto il sistema aeroportuale, non serve ad altro che ad allontanare le compagnie. Sarebbe poi interessante sapere a) come verebbe calcolata tale tassa (usando il MTOW degli aerei o usando shadow prices?) e b) chi li prende i soldi? li sarebbe divertente vedere i sindacucci litigare per avere due spicci in piu!

  2. Scritto da gigio

    E dove è il comune di Osio Sotto? qui si sente eccome il rumore degli aerei in decollo!

  3. Scritto da il polemico

    sarebbe bello poi sapere come i comuni si spartirebbero il malloppo.se fanno le proporzioni in base a chi ha più decolli sul territorio,c’è il rischio che poi tutti,per avere la fetta più grossa,chiederanno di farsi sorvolare a più non posso,per no parlare dei decolli sui ocnfini tra 2 paesi…proposta farlocca con risultati che sarebbero altrettanto farlocchi

  4. Scritto da usiamo il cervello

    Va bene tassare il rumore. A parte che la tassa è Europea ed è stata una follia che la Regione l’abbia abolita. E andrebbe proporzionata al rumore subito dai cittadini (a Montichiari non si pagherebbe nulla).
    Ma esiste un Decreto autorizzativo del 2003 che limitava il traffico di Orio a 6.124.00 UT (passeggeri+merci). Oggi siamo sopra i 10 milioni. Anche i Sindaci si sono dimenticati di chiedere il rispetto delle leggi????…

  5. Scritto da alalfredo.pedrali@fastwebnet.it

    volevo ricordare che esisteva ordinanza enac 7/07che indicava le procedure antirumore da seguire nelle fasi di decollo e sanzioni verso chi non rispettava tale indicazioni, ma nessuno controlla l’ applicazione

  6. Scritto da pierluigi

    Gran bella idea. Dopo i 5€ di tassa su ogni biglietto messi da renzi per finanziare le provincie abolite,una nuova tassa contro Ryanair ci voleva.Le aziende scapperanno sempre di più da Bergamo e dall’italia. Solo di tassse sono capaci di parlare!

    1. Scritto da paolot

      pierluigi, vero che adesso ci riporti il link che conferma questa tua affermazione? no, perchè mi dispiacerebbe che anche tu finissi nel mucchio di quelli che sparano notizie non vere

  7. Scritto da arpaleni

    considerati gli enormi vantaggi che la posizione strategica di Orio comporta sia per i collegamenti su Milano che, ovviamente, per Ryanair (che a Orio fa il bello e il cattivo tempo), un aggravio di 5 – 10 € del costo del biglietto (visto che a pagare sarebbero, ovviamente, i passeggeri) non sarebbe una cosa tragica.
    Noto che Bergamo, del tutto inaspettatamente, è della partita;
    si vede che anche a Palafrizzoni qualcuno guarda fuori dalla finestra

  8. Scritto da enzo

    Ah beh….quando c’è da tassare il comune di Bergamo è d’accordo, ci mancherebbe! Sono tutte entrate che sicuramente non verrebbero utilizzate per la loro finalità, o comunque ne verrebbe utilizzata una minima parte.
    @Fabrizio: salta zo de la pianta!

  9. Scritto da giggi

    + tasse per tutti!

  10. Scritto da fabrizio

    tassiamo anche le auto che utilizzano l’autostrada per i rumori
    Equità e uguaglianza per tutti, non ci devono essere cittadini di serie A e B.

    1. Scritto da Gina

      fabrizio stai calmo che paghiamo tutto Noi qui al Nord

    2. Scritto da mao

      Le auto sono già tassate,pedaggio autostradale,tangenziali,bollo,assicurazione,revisione,accise sul carburante,che tasse dovremmo pagare ancora sull’automobile.

      1. Scritto da giggi

        se ne inventa una, no? come chiedono questi sindaci (anche leghisti)