BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sindaci più amati d’Italia Gori è terzo: consenso in crescita al 63%

Secondo una classifica stilata da Il Sole 24 Ore il sindaco di Bergamo è il terzo più apprezzato d'Italia dai propri concittadini, dopo quello di Firenze e quello di Bari: un risultato che risente ancora del risultato ottenuto alle urne nei mesi di maggio e giugno scorsi.

Giorgio Gori è il terzo sindaco più apprezzato in Italia: a dirlo è il Governance Poll 2015, il sondaggio realizzato da Ipr Marketing per il Sole 24 Ore, che ogni anno tasta il polso del gradimento dei cittadini dei capoluoghi di provincia nei confronti di chi li amministra.

Complessivamente la percentuale di “popolarità” dei primi cittadini risulta in crescita dell’1%, risultato da non sottovalutare in tempi di crisi e di tagli: il 53,4% degli elettori intervistati ridarebbero fiducia al sindaco in carica in caso di nuove elezioni.

Sul gradino più alto del podio si piazza il sindaco di Firenze Dario Nardella che, dopo il 59,2% incassato alle urne, vede salire il proprio gradimento al 65%. Lo segue a ruota Antonio Decaro, primo cittadino di Bari, che ha ereditato la fascia da Michele Emiliano, ora candidato a presidente della Regione Puglia.

Sul terzo gradino del podio ecco Giorgio Gori: il sindaco di Bergamo migliora di molto la prestazione fatta registrare solo un anno fa dall’allora sindaco Franco Tentorio, 36esimo con il 55% del gradimento. Secondo il sondaggio de Il Sole 24 Ore la popolarità del leader di PalaFrizzoni è in crescita di 9,5 punti rispetto al giorno dell’elezione: 53,5% lo scorso 8 giugno, 63% oggi. 

In Italia nessun altro sindaco ha fatto registrare un miglioramento simile rispetto al giorno dell’elezione: il secondo miglior risultato, il +6,5 del primo cittadino di Padova Massimo Bitonci, è infatti staccato di 3 punti percentuali. L’effetto novità può essere uno dei motivi dell’alto gradimento del sindaco di Bergamo (i sindaci nelle prime 4 posizioni sono stati tutti eletti nel 2014) ma da solo non basta a spiegare l’ottimo feedback da parte dei cittadini: la crescita dell’apprezzamento è segno che in meno di un anno Giorgio Gori è riuscito a conquistare anche qualche scettico. 

Nelle prime posizioni della classifica stilata da Il Sole 24 Ore ci sono solamente sindaci di centrosinistra: oltre ai tre sul podio, appartengono a quell’area anche Giuseppe Falcomatà, primo cittadino di Reggio Calabria, Alessandro Andreatta, Trento, e Silvia Marchionini, Verbania. Spezza l’egemonia Paolo Perrone: il sindaco di Lecce è settimo, a pari merito con Piero Fassino, Torino, Roberto Scanagatti, Monza, Marco Cavicchioli, Biella, Carlo Capacci, Imperia, e Giancarlo Muzzarelli, Modena. Con le stesse percentuali al settimo posto anche Massimo Bitonci, sindaco leghista di Padova, e Dario De Luca, sindaco di Potenza sotenuto da Fratelli d’Italia e An, così come Nicola Sanna, sindaco di centrosinistra di Sassari.

Firenze e Torino rappresentano due eccezioni tra le grandi città, dove il consenso dei sindaci è in netto calo: 43esimo il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, 58esimi si sindaci di Genova e Napoli Marco Doria e Luigi De Magistris, 62esimo il veronese Flavio Tosi, 67esimo il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, 82esimo il sindaco di Roma Ignazio Marino e 98esimo il primo cittadino di Bologna Virginio Merola. 

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nostradamus

    anche Bruni aveva avuto un indice di gradimento altissimo… Poi abbiamo visto come è andata a finire….

  2. Scritto da Patrizio

    I sondaggi fanno piacere. Gori ricordi che quello che conta è quello che fa in 5 anni, non la quantità ma LA QUALITA’.
    I leghisti sono “sfortunati” non hanno mai avuto un leader di qualità bossi, maroni, salvini, calderoli, meglio chiudere occhi e orecchie. Con tangentopoli 1992 Roma ladrona, avevo sperato che avrebbero aiutato a pulire il pollaio, dopo un buon inizio appoggiando gli addetti ai lavori, hanno iniziato in fretta sporcandosi le mani, la colpa è caduta sui Magistrati.

  3. Scritto da Marian

    Il “giornalista” forse dovrebbe dire qualcosa circa l’attendibilitá statistica della ricerca fatta intervistando per telefono 650 persone scelte non si sa come su una popolazione di 180.000 e di 90.000 aventi diritto di voto. Statisticamente le rilevazioni sono poco rilevanti. Se leggete la metodologia http://www.iprmarketing.it/sites/default/files/Scheda%20Metodologica%20Governance%20Poll%20015.pdf capirete di cosa stanno parlando.

    1. Scritto da a

      I campioni non si scelgono. Si calcolano. Quindi anche l’attendibilità di una statistica va calcolata e non e’ il frutto di una opinione soggettiva.

  4. Scritto da A.Z. BG

    Mamma mia, il regima fascio piddino avanza a spron battuto. Sempre loro i migliori. Stranamente non ho mai conosciuto una persona che sia stata intervistata su queste statistiche. che le domande le facciano solo all’interno della sede del pd,visto che tutti i sindaci MIGLIORI sono del pd?Del resto il MIGLIORE per eccellenza era il loro ex Togliatti.

    1. Scritto da pablo

      eppure quando i sondaggi danno la lega in aumento (ed ultimamente capita piuttosto spesso, ahimè), non state lì a fare i puntigliosi… e salvini va in tv a dire “i sondaggi ci danno al 20%” o cose del genere… personalmente considero i sondaggi inattedibili SEMPRE, anche perchè noi italiani siamo dei burloni e non rispondiamo (quasi) mai quello che pensiamo veramente…

    2. Scritto da giggi

      ma cosa rosichi az? sono cose che trovano il tempo che trovano. c’erano sindaci graditissimi che alle elezioni dopo hanno perso (tipo quello di pavia, ma anche tentorio)

  5. Scritto da nino cortesi

    Si fanno la classifica da soli.
    Primo in tutte le cassifiche Renzi.
    Sono meglio di Mussolini e di Ridolini.

  6. Scritto da pierluigi

    Che notizia!I primi 3 tutti amiconi di renzi,che caso.Se poi gori è così amato a Bergamo vorrebbe dire che i Bergamaschi vogliono sempre più zingari ed invasori africani. Peggio per loro!

    1. Scritto da tanto per

      la gente è molto più intelligente di quanto pensiate.

      1. Scritto da boccalone

        Si, certo!