BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Processo, l’assist di Percassi agli ultrà: “ritirata querela sull’invasione di Zingonia”

A poche ore dalla lettura della sentenza, l'avvocato degli ultrà Federico Riva ha annuciato che il presidente dell'Atalanta ha ritirato la querela relativa all'invasione e al danneggiamento del centro Bortolotti di Zingonia nel maggio 2010.

 Colpo di scena al maxi processo ultrà contro i 143 atalantini e catanesi. A poche ore dalla lettura della sentenza da parte del giudice Maria Luisa Mazzola, l’avvocato Fedrico Riva ha annunciato che "il presidente dell’Atalanta Antonio Percassi ha ritirato la querela relativa alla violazione di domicilio e al danneggiamento del centro Bortolotti di Zingonia del 4 maggio 2010".

In quell’occasione una quarantina di ultrà nerzzurri, dopo che uno di loro aveva scavalcato per aprire il cancello automatico, fece irruzione nell’impianto in cui l’Atalanta stava per iniziare l’allenamento. Secondo quanto ricostruito dagli agenti intervenuti, i tifosi esposero striscioni e intonarono cori di protesta contro la società guidata dall’allora presidente Alessandro Ruggeri. Ma non solo, perchè lanciarono contro le vetrate dell’edificio uova, oltre a bruciare lo zerbino all’entrata. 

Con il ritiro da parte di Percassi della querela che aveva presentato Ruggeri, potrebbe così saltare l’intero capo di imputazione, uno dei più corposi dell’intero processo, e tutti i tifosi chiamati a rispondere per quell’episodio potrebbero essere prosciolti. Per loro, tra cui il "Bocia" Claudio Galimberti, il pubblico ministero Carmen Pugliese aveva chiesto pene da uno ai due anni. 

Federico Riva, uno dei legali degli ultrà, ha aggiunto che "gli imputati presteranno servzio alla Caritas, visto che la società nerazzurra non ha chiesto nessun risarcimento economico. E’ stata una trattativa durata mesi tra noi e la dirigenza atalantina, ma alla fine ce l’abbiamo fatta". 

Una decisione destinata a far discutere quella della società atalantina, dopo che nei giorni scorsi il direttore generale Marino si era schierato dalla parte del presidente della Roma Pallotta e contro i violenti nel calcio. 

Ora si attende la sentenza, annunciata per le 13 di oggi, anche per gli altri ultrà coinvolti nei vari episodi, a partire dagli scontri tra atalantini e catanesi del 23 settembre 2009. Si passa poi ai tafferugli con i tifosi interisti del 13 dicembre 2009. Segue la manifestazione non autorizzata davanti alla questura del gennaio 2010, con tanto di volantino contro il questore, e ancora l’aggressione al giornalista de L’Eco di Bergamo Stefano Serpellini a cui Galimberti ha rifilato una testata fuori dal tribunale. Nei reati contestati non manca anche la rapina impropria, messa a segno durante l’aggressione a un tifoso juventino, preso a cinghiate in centro a Bergamo. Per finire, quello più grave, l’assalto alla Berghem Fest di Alzano Lombardo. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da SERIO

    Se la denuncia l’ha fatta Ruggeri non è molto elegante che Percassi l’abbia rimessa, con quel tempismo poi.

  2. Scritto da Atalantino

    Ha fatto bene Percassi , due abbonamenti in più il prossimo anno !
    Città di ipocriti , statevene a casa il prossimo anno se non vi piace il presidente

    1. Scritto da Poor Marter

      Quanto a tifosi l’atalanta merita la serie la III categoria.

  3. Scritto da Giorgio

    Da non credere

  4. Scritto da Jeanpaul

    L’ho già detto e qui lo ribadisco. Percassi è il peggior presidente di sempre.

  5. Scritto da Luca Brischetto

    Ai violenti è tutto permesso. Non c’è niente da fare : sarò sempre grato a Percassi per aver “salvato” la Dea, ma, a livello di spessore, fra lui ed i Ruggeri rimane un abisso. All’indomani del punto d’oro guadagnato sul campo a Roma, la società Atalanta BC, per quanto mi riguarda, ne ha persi 100 fuori dal campo.

  6. Scritto da Romano F.

    Con questa azione Percasssi ha perso un cliente , non solo allo stadio, ma in tutte le attivita`in cui e`socio.

    1. Scritto da Luca

      Ne ha persi due

    2. Scritto da poeret

      CONCORDO..
      ma naturalmente stupiamoci e poi d’estate andate tutti alla festa vero? Per convenienza, perché ci si diverte o altro. C’è gente che continua a chiedermi perché ho cambiato settore..e perché d’estate me ne stò a casa. Tra l’altro credo che da l’anno a venire eviterò del tutto pure lo stadio, lo sport ormai è altrove

      1. Scritto da Almagro

        Caspita, dopo la notizia di queste defezioni corro al volo in farmacia a prendere una scatola di tavor, perché prevedo tante notti in bianco all’ orizzonte……..

      2. Scritto da Romano F.

        Naturalmente io non mi riferivo solo alle attivita`sportive, ma anche e sopratutto a quelle commerciali.

  7. Scritto da Gianfranco

    Percassi, da Presidente è ospite fisso alla festa della dea, riabilita Masiello, e rimette la querela contro i tifosi che….
    Vuoi vedere che davvero……., a pensar male (si fa peccato ma) …si indovina?
    Dirigenza senza carattere e tifosi…. identici ai romanisti.
    Pallotta è davvero altro mondo.

  8. Scritto da peter

    collusi con i violenti. a dir poco imbarazzante.. e vi auguro la serie B

    1. Scritto da luca

      Ottimo… il suo augurio è beneaugurante per la nostra salvezza :-)

  9. Scritto da stop abbonamento

    Perccassi ha perso il mio abbonamento per il prossimo anno.
    Invito i tesserati di buon senso a fare lo stesso.
    Nessun sostegno ai presidenti collusi con gli ultrà

  10. Scritto da Dario

    Ciao calcio, ciao. Hai rotto.

  11. Scritto da Ma dai?

    Nel leggere questa notizia, ho provato lo stesso stupore di quando stamattina ho girato la manopola sinistra del lavandino del bagno ed ho sentito uscire acqua calda dal rubinetto.

  12. Scritto da Luca Lazzaretti

    E’chiaro che Percassi non è un buon samaritano, le cose son ben ponderate e la prima opzione è sempre quella economica. Vai a sapere che interessi da ambo le parti ci sono. Certo, se avessero devastato o fatto violenza alla casa di qualche potente non sarebbe andata così. I danni alle cose negli stadi e fuori dagli stadi, come gli straordinari alle forze dell’ordine li pagano i contribuenti, mica Percassi.

  13. Scritto da vergogna!

    Basta prese in giro, ora abbiamo capito da che parte sta questa società. VERGOGNA!

  14. Scritto da dax

    Bravo Presidente, purtroppo a Bergamo se sei ultrà ti indagano a prescindere! Se sei ladro/ spacciatore tranquillo che nessuno dice nulla!

  15. Scritto da speculo

    pazzesco:
    se la remissione della querela un’ora prima della sentenza renderà vano il processo, Percassi paghi tutte le spese sostenute dalla collettività!

  16. Scritto da Ivan

    Meglio, adesso tutti aprirete gli occhi e capirete che sono collusi.

  17. Scritto da PcomePalle

    Pallotta scomunica i suoi ultras, Percassi oltre a vari favori rimette pure la querela. Secondo voi chi tra i due presidenti ha le P….e?!? E poi parlano di stadio a portata di famiglie e tifosi normali come in inghilterra… Pallotta e pochi altri l’hanno capito cosa tiene lontani i tifosi e le famiglie dagli stadi… Percassi evidentemente no… forse ha ancora qualche “favore” di cui sdebitarsi?!? semplice curiosita’

  18. Scritto da franco

    Le vergogne sono altre! bravo Percassi

  19. Scritto da Fabio

    Sull’altro giornale scrivono che é stata rimessa…

    1. Scritto da legale

      “rimettere” una querela vuol dire rinunciarci, far decadere la richiesta e non come sembrerebbe “metterla un’altra volta”…

    2. Scritto da nico

      …rimettere querela vuol dire “ritiro della querela” non che uno l’aveva tolta e poi la ripropone… Tuttavia l’atto di revoca della querela pare che non possa essere sottoposta a termini o a condizioni quindi chi lo sa come la considererà il giudice…

      1. Scritto da Enrico Milesi

        “Rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori”. Idem con la denuncia: è un atteggiamento da cristiani. Qualcun altro avrebbe preferito che Percassi facesse della gratuita pezzenteria di facciata per tirar su quattro soldi di risarcimento per uno zerbino che oltretutto manco era suo. Ma non sono problemi della giustizia, che difatti ha mandato assolti gli imputati dall’accusa in questione e non certo per il ritiro della denuncia. Meno filmini e meno faziosità, please.

  20. Scritto da Luigi

    Societa’ collusa con i violenti. Percassi vergogna, lo riscrivo V E R G O G N A!

    1. Scritto da Rioma

      Concordo in pieno.
      Se pensiamo al Bocia abbracciato al Presidente sul palco della festa della Dea, a Conte che esprime solidarietà via sms allo stesso capo ultrà colpito da Daspo, non ci resta che piangere e meditare.

    2. Scritto da Un vecchio tifoso atalantino

      Completamente d’accordo: è solo vergogna Percassi. E adesso diranno che la vittoria di settimana scorsa è solo merito del Bocia e degli ultrà.