BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lions, incubo infinito Ko anche a Torino e playout vicinissimi

I Lions falliscono anche l’ultima possibilità di rilancio. Una stagione che era iniziata con la convinzione di poter tornare a lottare per il titolo si è trasformata, rapidamente, in un incubo senza fine.

I Lions falliscono anche l’ultima possibilità di rilancio. Una stagione che era iniziata con la convinzione di poter tornare a lottare per il titolo si è trasformata, rapidamente, in un incubo senza fine.

LA PARTITA – I Lions vincono il coin toss e contrariamente alle abitudini scelgono di ricevere e quindi di poter gestire il primo possesso della partita. La scelta però non paga dividendi e nonostante qualche buona giocata il primo drive si conclude con un nulla di fatto. Dopo una prima fase interlocutoria arriva finalmente l’ occasione, per i padroni di casa, di mettere i primi punti della patita. Complice un punt non perfetto ed un gran ritorno di Jackson, MVP della serata, i Jags iniziano il drive in un ottima posizione di campo chiudendo con un FG che fissa il risultato sul 3-0. Poco dopo Mohler cerca sul profondo Brugali, il WR non riesce a controllare il pallone, che resta in aria e viene intercettato da Ovesen. Il 2/4 inizia sotto una pioggia incessante, raffiche di vento ed i Jags con l’occasione di allungare nel punteggio. I Lions sembrano poter contenere la offense torinese ma su un 3&5 Morelli trova Scaramuzza che si invola per il TD del 10-0. E’ l’inizio della fine: i Jags capiscono il momento difficile del team guidato da Coach Marossi e spingono sull’ acceleratore.. in pochi minuti arrivano infatti altri 10 punti complice anche il secondo intercetto di giornata di Jose Mohler, in difficoltà per tutta la sfida, meno brillante rispetto alle ultime settimane e poco aiutato dalla cattiva serata dei WR bergamaschi. Prima colpisce Jackson con una corsa centrale poi, sul finire del quarto, arriva il secondo FG di giornata per Guidetti. Il secondo tempo, causa punteggio e condizioni atmosferiche impossibili, racconta solo di una Torino abile nel tenere il possesso senza mai rischiare e di attacchi dei Lions quasi mai incisivi. Solo in una occasione infatti Podavitte e compagni si portano nei pressi della redzone senza comunque riuscire a mettere punti a tabellone.

Per i Lions un deciso passo indietro rispetto alle partite Parma e Rhinos, nella serata in cui non si poteva sbagliare; per i Giaguari un successo fondamentale che li toglie momentaneamente dalla lotta play-out con uno sguardo alla postseason (i Jags affronteranno in casa i Rhinos nella prossima settimana e vincendo con più di 15 punti si porterebbero avanti nello scontro diretto anche con i milanesi). In casa orobica la delusione è tanta, nessuno immaginava di vivere una stagione simile.

Le possibilità per ribaltare la season ci sono ma ora è tempo anche di prendere coscienza che per evitare il play-out sarà necessario vincere almeno due delle prossime cinque partite. E potrebbe non bastare

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.