BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I Comuni bergamaschi danno più di quanto ricevono In rosso per 13 milioni – MAPPA

I Comuni bergamaschi versano allo Stato più soldi di quanti ne arrivano dai trasferimenti. Il saldo negativo è di 13 milioni 187 mila e 675 euro, risultato della differenza tra le risorse destinate alle amministrazioni dal fondo di solidarietà comunale e la quota Imu trattenuta per l'alimentazione del fondo.

I Comuni bergamaschi versano allo Stato più soldi di quanti ne arrivano dai trasferimenti. Il saldo negativo è di 13 milioni 187 mila e 675 euro, risultato della differenza tra le risorse destinate alle amministrazioni dal fondo di solidarietà comunale e la quota Imu trattenuta per l’alimentazione del fondo.

Bergamonews ha realizzato una mappa con tutti i dati Comune per Comune: in colore verde quelli che hanno saldo positivo, in azzurro quelli con un dato vicino allo zero, mentre in rosso quelli che versano più soldi rispetto alla quota incassata. Basta cliccare per consultare tutte le cifre. Il dato più significativo riguarda il capoluogo, Bergamo. Nel 2015 darà allo Stato 8 milioni 240 mila euro in più di quanti ne riceverà. Treviglio, Seriate, Caravaggio, Romano di Lombardia, Clusone, Zogno e tanti altri Comuni non sono da meno.

LA MAPPA (clicca qui per visualizzarla a schermo intero)  

Definire gli amministratori bergamaschi “arrabbiati” è riduttivo: “Diamo allo Stato 8 milioni in più rispetto a quanto ci viene – spiega il l’assessore al Bilancio e vicesindaco di Palafrizzoni Sergio Gandi -. Non possiamo essere contenti, anzi siamo molto arrabbiati. Noi però avevamo già fatto tutti i calcoli e ci siamo preparati per affrontare questi tagli”. Critico anche Giuseppe Pezzoni, sindaco di Treviglio: “In buona sostanza, finanziamo, con le tasse che dovrebbero essere locali, il “fondo di solidarietà”, che solo in parte ritorna a beneficio dei trevigliesi – spiega -. Non ci si può stupire del “taglio” o della riduzione delle prestazioni e dei servizi comunali, checché ne dica chiunque, se anche le risorse proprie dei Comuni vengono utilizzate per finanziare lo Stato, che poi si mette a distribuire bonus”. Il sindaco di Torre Boldone, Claudio Sessa, aderirà alle proteste lanciate dal sindaco di Berceto che si è messo in mutande, solo con la fascia tricolore, per esprimere plateale contrarietà ai tagli: “Nel nostro piccolo di Torre Boldone ci rubano 210.000 euro, e guarda caso a Caccamo (provincia di Palermo) con gli stessi abitanti e in dissesto arriva il regalo di 200 mila euro. Spero che i cittadini di Torre votino chiunque, ma non chi sostiene questo governo che li deruba”.

QUI POTETE SCARICARE I TAGLI AI COMUNI IN FORMATO OPENDATA

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alex

    Comuni in rosso causa prelievo forzato da parte di roma. Sveglia Bergamaschi… sveglia!

  2. Scritto da riccio

    non è un dato completo e quindi non da il senso vero dei prelievi. Per esempio l’IMU cat. D cioè fabbriche e capannono non va ai Comuni ma allo stato mentre le seconde case vanno tutte ai Comuni e quindi adesso si può capire come Castione della presolana, per esempio debba dare e costa Volpino debba ricevere Costa Volpino versa come IMU cat. D allo stato molto più dei teorici 500 euro che riceve

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      Il dato di partenza è quello riepilogativo diffuso dalla direzione centrale della finanza locale. Sono già compresi tutti i calcoli relativi all’Imu.

  3. Scritto da Manuel

    Basta sentire “Focus Economia” su Radio 24 tutti i giorni alle 17, ed ascoltare la classifica dei maggiori sprechi pubblici. 100% politici e dirigenti comunali, provinciali, regionali, mediamente del sud. Nessun leghismo, nessun razzismo.

  4. Scritto da quindi?

    E dove sarebbe la notizia? E’ da 50 anni che è cosi’.

  5. Scritto da Sebastiano Trovesi

    “Fa’ ‘l brao” ! Generazioni su generazioni “educate” con questo mantra… cosa si può pretendere ?!

  6. Scritto da A.Z. BG

    Chi è causa del suo mal pianga se stesso!Sono 30 anni che la Lega nord per l’indipendenza della Padania lo grida,regolarmente sbeffeggiata dai media locali e italiani.Ha proposto il federalismo per gestire ognuno il proprio denaro e responsabilità,ha proposto la devolution,il federalismo fiscale e i costi standard per pareggiare i conti,eppure è tutto stato regolarmente bocciato, in parlamento o con il referendum del 2006. Meditate Bergamaschi,ormai ci resta solo la secessione!

    1. Scritto da ho buona memoria

      La stagione più cruenta di riduzione di risorse ai Comuni è iniziata nel 2007 con l’abolizione dell’ICI 1a casa, poi con il DL 78/2010 e le ultime Leggi di Stabilità 2011… prima che il Governo Berlusconi-LEGA NORD venisse defenestrato, ad un passo dal default dei conti pubblici. Chi è venuto dopo ha proseguito, ma dovendo tamponare molte falle. Sì, la Lega è la soluzione.Propone la secessione ma ci ha portato alla recessione… da applausi

      1. Scritto da A.Z. BG

        Prima di tutto la buona memoria fa un po’cilecca,visto che l’ultimo governo Berlusconi Lega è nato nel 2008 e abbattuto da napolitano nel 2011,poi togliere una tassa sul diritto ad una casa(che voi sinistri volete per tutti)è stata giustizia,tassa messa da un governo di sx,Amato,che ci rubò anche i soldi dal cc nel 1992.I conti pubblici da monti in poi,tutti grandi tecnici,sono solo peggiorati anche con le tasse di voi sinistri,unica cosa di cui siete capaci e le aziende scappano.

      2. Scritto da il polemico

        mah…,eravamo ad un passo dal default economico,mentre oggi che abbiamo 300 miliardi di debito in piu e il rapporto pil a 15 punti in più.siamo quasi salvi…’d’accordo che per il pd la matematica è una opinione con risultati diversi in base alle esigenze,ma anche se si è farlocchi,qualcosa non torna…speriamo almeno che lal ombardia riesca a ottenere lo statuto speciale,augurandomi che tu voterai per il si e non come i parlamentari pd che sono contrari….

    2. Scritto da Abbacchi&Pajate

      Nel frattempo avete governato per quasi 10 anni non combinando nulla e portando l’italia al collasso . Cadreghe e salamelle . La devolution era una patacca mischiata in un pacchetto unico con riforme costituzionali assurde che gli italiani hanno giustamente bocciato . Il federalismo ed i costi standard non c’entrano nulla con il referendum , c’entrano con il nulla di fatto che rappresentate. P.S. Quale secessione ? Adesso con salvini non siete diventati nazionalisti ?

      1. Scritto da A.Z. BG

        Il collasso è stata la montatura napolitan-europea, infatti i grandi tecnici e sen. a vita hanno aumentato le tasse,il debito di 300 mld,recessione e disoccupazione.Il referendum voluto dal pd per bocciare la riforma costit.del 2006 dava poteri certi alle regioni,toglieva 200 deputati,trasformava il senato in regionale e elettivo con la metà dei senatori attuali e eleggeva dirett.il pres della rep.Tutto ciò che renzi vuol fare ora;quindi erano giuste e già fatte,ma non del pd,quindi nisba.

        1. Scritto da Alà Barlafüs

          Ah già, il collasso era un complotto , lo spread alle stelle una battuta di spirito , la fuga dei capitali all’estero pure, le aziende che avevano lavorato per stato ed enti e che fallivano perchè non prendevano più i soldi lo facevano per “sport” , i 300 miliardi di debito pubblico in più erano uno scherzetto …… Si chiama dissesto a casa mia . E non basta , poi votate contro l’abolizione del senato ….. barzellettieri !

    3. Scritto da silver

      Grande ! cosi si parla ! I nostri soldi devono rimanere al comune che poi li investe con oculatezza per i servizi alla cittadinanza…
      Come succede nel mio paese, Cologno al serio, governato dalla lega da 4 mandati che ha creato un buco di 8 milioni di euro ! Grande Lega, grandi amministratori comunali ! Siamo tutti con voi !

    4. Scritto da magari

      Inutile sperare…i bergamaschi-Lombardi alla giggi non lo capiranno mai!

    5. Scritto da giggi

      se vuoi la secessione allora non devi più votare lega, quelli di casa pound non sarebbero d’accordo. sappilo.

  7. Scritto da angelo

    nessuno vi ha mai spiegato che c’è più gioia nel dare che nel ricevere

    1. Scritto da Luis

      Lo spieghi ai comuni che da sempre sanno solo prendere, ovvero quelli del meridione…

  8. Scritto da Marco

    L’articolo è incompleto perché non considera l’IMU (aliquota del 7,6 per mille) per i fabbricati di tipo D che incassa direttamente lo Stato, che per il solo mio Comune di 5.600 abitanti ammonta ad 800.000 euro.
    Scusate se è poco …

  9. Scritto da Mari

    Non ho capito perchè qualche comune riceve di più dello scorso anno ‘e qualcuno di meno,spiegatemelo ,grazie.

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      Non è un dato in base alla differenza tra il 2014 e il 2015, ma il dato secco di quanto i Comuni ricevono e quanto danno quest’anno.

  10. Scritto da Comitato Piazza Setti

    Il Sindaco (di Treviglio) Pezzoni non perde il vizio. Continua (giustamente) a lamentarsi dei tagli dei trasferimenti dallo Stato, peccato che si dimentica che per realizzare l’inutile parcheggio (che già c’è) di Piazza Setti rinuncia a circa 400.000€/anno fino al 2050, per un totale di circa 13,5 mln €!
    Se i tagli dei trasferimenti al Comune sono così difficili da gestire rinunci al faraonico progetto e in un solo colpo ritroverà 400.000€ nel bilancio!

    1. Scritto da Franco

      Revochi la delibera di Piazza Setti (risparmio 400.000 Euro/anno)
      Chiuda la STU (Risparmio di circa 50/60 KEuro /anno)
      E praticamente la metà del taglio dallo Stato l’ha coperto!

      1. Scritto da andrea

        Sarebbe troppo bello per essere vero! Mi sa che proseguirà dritto per la sua strada, ipotecando i prossimi anni.

  11. Scritto da Mildred

    Ci sono comuni in positivo, perchè non pensare che i soldi dei comuni BG finiscono a loro? Solo a quei cattivoni del sud? Ricordo che Salvini adesso è molto solidale con il sud, va a cercare voti pure lì. Quindi cautela, cari fans leghisti.

    1. Scritto da Luis

      Premesso che NON sono un fans leghista, concordo con l’analisi fatta dal vicesindaco di Bergamo Gandi, che pur non essendo Salvini spiega chiaramente dove vanno su scala nazionale i fondi tolti ai Comuni del nord, quelli in positivo lo sono solo perchè il saldo era maggiore rispetto al prelievo di soldi NOSTRI!!!