BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Augmented Pinocchio” Al teatro Sociale in scena Michele Cremaschi

Sabato 18 aprile al teatro Sociale di Bergamo Alta è in programma “Augmented Pinocchio”, spettacolo della rassegna “Nuove tecnologie in scena”. Protagonista Michele Cremaschi,

Più informazioni su

Al teatro Sociale di Bergamo Alta è in programma “Augmented Pinocchio”, spettacolo della rassegna “Nuove tecnologie in scena”. L’appuntamento è sabato 18 aprile alle 21 ed è promosso in collaborazione con Michele Cremaschi – Associazione CalabroneWings.

Regia, interpretazione e interaction design sono di Michele Cremaschi, l’ideazione scenografica di Silvio Motta, la direzione del movimento di Serena Marossi, con la collaborazione tecnica di Marco Amedani, mentre gli oggetti di scena reali e virtuali a cura degli studenti della Libera Accademia di Belle Arti di Brescia e i costumi di Elisabetta Cosseddu.

Vincitore dell’E45 – Napoli Fringe Festival, lo spettacolo è dedicato a tutti i Pinocchio in viaggio verso un paese dei balocchi effimero quanto un ologramma. La presentazione dell’esibizione anticipa: “Un anziano vestito di carta è solo in scena. Tutto ciò che possiede è il suo vestito, di una foggia antica ed elegante, ma fatto con i mille ritagli delle pagine di un libro. Con quella carta egli crea un burattino, quasi un figlio, ‘che sappia ballare, tirare di scherma e fare i salti mortali’; ma che, soprattutto, tenga compagnia. Di carta, della carta dell’abito del vecchio, saranno anche i personaggi e il mondo stesso che il burattino, una volta resosi indipendente, incontra nel suo viaggio. Un viaggio che lo porta a confrontarsi con se stesso, con la sua natura di figlio-bambino fatto di una materia effimera e leggera, che lo metterà alla prova e lo porterà al confronto con quella parte del mondo meno protettiva e amorevole di un padre, il quale comunque veglierà continuamente su di lui. È quando tutto sembra perduto – il bambino vittima degli incontri sbagliati, il padre senza più carta nemmeno per coprirsi – che avviene l’incantesimo. Non quello delle favole, fatato e consolatorio; bensì un incantesimo violento al punto da sacrificare tutto il mondo illusorio ed evanescente quanto le parole riportate sulle pagine di cui è composto. Pagine che si sgretolano, si bruciano, si riducono in polvere fino a lasciare, più concreto che mai, un uomo nuovo che si è formato nel frattempo, libero di andare senza reti di protezione per il mondo”.

L’attore protagonista, Michele Cremaschi ha dichiarato: “Lo spettacolo è una ricerca a partire dalla visual comedy – ricerca di comicità senza parole – che sfocia nella augmented comedy – dove il linguaggio del corpo si confronta con gli ologrammi presenti in scena. Attori che scompaiono, oggetti che volano, realtà che sembrano esserci o forse no, diventano le possibilità per una scrittura dove l’intrattenimento si fonde alla magia della messa in scena. Il vecchio trucco teatrale del pepper ghost agli inizi del ‘900 veniva utilizzato per far apparire e scomparire magicamente gli attori in scena. Riveduto e corretto, con materiali e sistemi multimediali all’avanguardia, si presenta come una scena vuota, dove la tecnologia retrostante è totalmente celata. L’effetto, quindi, per lo spettatore, è il materializzarsi sul palco di oggetti, corpi e scene senza il minimo dubbio di artificiosità. La loro realizzazione digitale permette invece il totale controllo della loro esistenza, al di là delle più elementari regole fisiche. Soprattutto, la frontiera inesplorata che stiamo conquistando è la completa interattività di tali illusioni sceniche, in grado di reagire alle azioni dei performer sul palco”.

L’iniziativa rientra tra le proposte della stagione 2014/2015 del teatro Sociale – La casa delle arti. Il costo dei biglietti è di 10 euro (intero) e di 8 euro (ridotto).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.