BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Uccise il marito e lo nascose in un borsone Arrestata in Bergamasca

Prima lo ha sedato, poi lo ha soffocato fino ad ucciderlo. Ha infilato il corpo in un borsone e l’ha abbandonato sulla strada statale 494 “Nuova Vigevanese” vicino a Vermezzo, in provincia di Milano. Queste le accuse con cui Lucia Fiore, 53 anni, è stata arrestata, a Boltiere, per la morte di Riccardo Rossi, il marito di 50 anni.

Prima lo ha sedato, poi lo ha soffocato fino ad ucciderlo. Ha infilato il corpo in un borsone e l’ha abbandonato sulla strada statale 494 “Nuova Vigevanese” vicino a Vermezzo, in provincia di Milano. Queste le accuse con cui Lucia Fiore, 53 anni, è stata arrestata a Boltiere per la morte di Riccardo Rossi, il marito di 50 anni. “Lui era malato e lei non voleva più occuparsene“, scrive il gip nell’ordinanza di arresto nei confronti della donna. La moglie aveva inizialmente tentato di simulare la scomparsa del marito, dicendo che si era allontanato nel corso del pomeriggio del 16 settembre, senza fare rientro a casa, ma i carabinieri non le avevano creduto.

Quando i militari le avevano chiesto chiarimenti, la donna aveva fornito una seconda versione e aveva spiegato di aver trovato, all’interno della loro casa, il corpo senza vita dell’uomo. La moglie aveva pensato che il marito fosse stato colto da un grave malore e aveva deciso di disfarsi del corpo, nascondendolo all’interno di un borsone, con cui lo aveva trasportato a circa 15 chilometri di distanza, dove poi sarebbe stato trovato alcune ore dopo. Sulla vicenda hanno indagato i militari del Nucleo investigativo di Milano. Gli esami autoptici hanno fornito ulteriori conferme ed è emerso che già nel pomeriggio del 16 settembre Riccardo Rossi era stato sedato dalla moglie con una forte dose di medicinali, per essere poi successivamente soffocato fino alla morte per asfissia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.