BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ceri col bancomat: Lucianina lo sgrida, il rettore del santuario si dimette

Due giorni dopo la trasmissione in cui Luciana Littizzetto aveva ironizzato sulla decisione di accendere le candele votive con la carta di credito, don Gino Assensi, rettore del santuario di Caravaggio si è dimesso.

Non era stata proprio leggera lo scorso 15 febbraio in tv a Che tempo che fa, Lucianina Littizzetto. Come è suo costume, l’ironica ospite-conduttrice della trasmisione di Fabio Fazio aveva scherzato, tra il sorriso e lo scherno, sulla decisione di "modernizzare" le candele votive al Santuario di Caravaggio facendole accendere con la carta di credito.

La Littizzetto aveva detto: "Se lo sapesse papa Franck... Meglio fermare quel prete prima che si metta a cercare le pecorelle smarrite col Tom Tom".

Forse non si è divertito il rettore del Santuario, don Gino Assensi, che un po’ di critiche le aveva già ricevute per questa innovazione. Certo è che due giorni dopo la trasmissione, il 17 febbraio, don Gino si è dimesso, come conferma il vescovo di Cremona Dante Lanfranconi annunciando di aver accettato la rinuncia del rettore che guidava il Santuario di Caravaggio da otto anni.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario59

    Comunque sono almeno 3 anni che non guardo più la trasmissione di Fazio, prima non ne perdevo nemmeno una..purtroppo da quando il noto conduttore è diventato un lecchino di certi piddini con idee destrose da far paura, non riesco più a sopportarlo.

    1. Scritto da Maria Angela

      Concordo… Soprattutto lei è diventata insopportabile.

    2. Scritto da poeret

      bravo Mario59.. spesso leggo i tuoi interventi e non posso che notare hai delle tue idee ben precise e coerenti, ciò si nota da quando al potere è andato il ganzo di Firenze e senza essere tifoso di parte ammetti errori e comportamenti del fù partito di csx

      1. Scritto da mario59

        Grazie..Si ho le mie idee come credo ognuno di noi.
        E sinceramente questo governo travestito da centro sinistra, e non eletto democraticamente, secondo me, sta eseguendo alla lettera gli ordini di qualcuno molto in alto, che ha deciso di cambiare il paese a suo piacimento…alla faccia della costituzione Italiana e di tutte le regole democratiche.
        E chi se non il bomba di Firenze poteva assumere un simile incarico?
        La sinistra sana, condivisibile o meno, non fa certe cose… il PD si.

  2. Scritto da mario59

    Se si è dimesso le possibili cause sono due: o era stanco di svolgere quel ruolo, oppure il suo diretto superiore gli ha ordinato di dimettersi..poi nel loro linguaggio si usa dire invitato non obbligato..di sicuro non si è dimesso per colpa o merito della Litizzetto.
    L’importante che chi gli succederà non prenda decisioni che facciano diminuire le entrate delle elemosine..altrimenti sostituiscono pure lui.

  3. Scritto da ceri oliva

    brava Litizzeto sono pienamente daccordo

  4. Scritto da Vito

    Metto la mano sul fuoco a riguardo della Signora LItizzetto : non ha fatto carriera con i mezzucci che conosciamo….

  5. Scritto da Simone

    8 anni da rettore e 8 anni di critiche per scelte impopolari. Ha rimesso a nuovo il Santuario ma ha tolto tutte quelle cose che ormai erano consuetudine per i pellegrini. No pranzo nei prati, no giochi dei bambini, no biciclette all’interno del cancello, no agli autobus per scaricare gli invalidi all’interno etc. Ormai il santuario non era più frequentato come prima x via di queste scelte! Spero che qualcosa cambi ma che il santuario mantenga ora il suo splendore!

    1. Scritto da angelo m

      Bravo ai colto no segno che senso a un santuario lindo e perfetto ma che allontana i fedeli con mille divieti e balzelli meglio un bel prato o tanti bambini che giocano

  6. Scritto da Luca Lazzaretti

    E’chiaro che un rettore non si dimette per le battute di un comico alla tv..i problemi del santuario di Caravaggio sono più seri e le critiche son in aumento da alcuni anni. Senza contare il lento abbandono da parte dei pellegrini..

  7. Scritto da Altri tempi

    “Ironica ospite” dal facile turpiloquio per strappare qualche risatina becera dei sottoculturati.
    Come rimpiango la comicità dei Bramieri, dei Walter Chiari, dei Raimondo Vianello, dei Totò, ecc. ecc.
    Altri tempi, altra classe, altre donne … insomma altra cultura

    1. Scritto da Mildred

      eeeh… non ci sono più le mezze stagioni.

    2. Scritto da Marco

      Come non condividere. Pienamente d’accordo

  8. Scritto da Sére

    Mi auguro che per dimettersi, un Rettore abbia argomenti più solidi. Comunque, spero che anche a preti e suore, torni la sana dote dell’umorismo. Che aiuta a dare alle freddure, più o meno riuscite, il peso che meritano. E che quello, congiunto alla propria coscienza critica, li induca a metter sul c… (sotto alla schiena non c’è che quello!) le vacuità dette dai saltimbanchi, per riempire qualche attimo del proprio spettacolo.

  9. Scritto da GL76

    Il fatto che i santuari e le parrocchie prendano soldi dalle offerte dei fedeli non è certo una novità. Almeno con le carte di credito questi soldi sono visibili…