BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Doppio concerto per big band con la Conard High School e il gruppo Cdpm di Orlandi

Entrano nel vivo le iniziative promosse dal Centro Didattico produzione Musica per l’International Jazz Day 2015: giovedì 16 aprile alle 21 la propria big band diretta da Sergio Orlandi e quella di un’importante scuola superiore statunitense gemellata con Bergamo, la Conard High School di Hartford Connecticut.

Più informazioni su

Entrano nel vivo le iniziative promosse dal Centro Didattico produzione Musica per l’International Jazz Day 2015, la manifestazione promossa dall’UNESCO per celebrare in 196 paesi questo importante linguaggio musicale oggi conosciuto e diffuso in tutto il mondo.

La manifestazione, dedicata a Paolo Arzano, noto giornalista recentemente scomparso, è stata inaugurata al Blue Note di Milano lo scorso 11 gennaio per proseguire nei mesi successivi con diversi concerti e incontri ed il coinvolgimento di 170 musicisti, ora entra ora nelle battute finali nel mese di aprile.

Col patrocinio di diverse istituzioni pubbliche e private tra cui il Comune di Bergamo, Assessorati alla Formazione e alla Cultura, il Consiglio Notarile, Turismo Bergamo, il Festival Internazionale della Cultura, la Fondazione Credito Bergamasco e molti altri, il CDpM promuove un doppio concerto per big band al Centro Congressi Giovanni XXIII giovedì 16 aprile alle 21 con la propria big band diretta da Sergio Orlandi e quella di un’importante scuola superiore statunitense gemellata con Bergamo, la Conard High School di Hartford Connecticut.

La Conard School Jazz Band è un’orchestra di 22 elementi tra i 15 e 20 anni scelti tra i componenti di quasi duecento bands della Conard High School di Hartford. Si tratta di uno dei principali istituti pubblici superiori dello stato del Connecticut. E’ diretta da nove anni da Scott Porter docente di composizione e arrangiamento dell’Università di Manchester (Usa).

L’orchestra, grazie al Dipartimento di Stato Americano e diversi sponsor privati, tiene due tour l’anno che comprendono sia gli Stati Uniti e il Canada sia l’Europa (Austria, Germany, Switzerland, Slovenia, Italy, Scotland, Wales, and England). L’orchestra tra il 1995 e il 2010 ha realizzato nove CD: The Other Side (1995), Dimensions (1998), Nothin’ But Jazz (2001), It Don’t Mean a Thing (2002), Groovin’ Hard (2004), Blue Rondo (2006), Down By The School Yard (2008), Shake Your Bones (2009) and Jazzamatazz 2010 LIVE (2010).

Le manifestazioni di Bergamo per l’International Jazz Day continuano il 23 aprile alle 11 al complesso di Sant’Agostino dell’Università degli Studi di Bergamo con la performance R-Accordi con Elena Bogleaux, Raffaella Trigona, docenti dell’ateneo di Bergamo, la cantante Gabriella Mazza, il bassista Marco Gamba e il regista Alberto Nacci.

Si continua quindi mercoledì 29 aprile alle 21 al Balzer con il concerto del chitarrista maltese Sandro Zerafa e il quintetto Ellingtones di Paola Milzani per concludersi con la giornata mondiale il 30 aprile sempre al Centro Congressi Giovanni XXIII alle 21 con oltre 50 musicisti in concerto tra cui Gianluigi Trovesi, Gianni Bergamelli, Roger Rota, Francesco Chebat, Giulio Visibelli, Dario Faiella, Sergio Orlandi, Gabriele Comeglio e molti altri.

Tutti i concerti sono ad ingresso libero e gratuito. Maggiori informazioni: www.cdpm.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.