BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Licenziato taglia le gomme alle auto degli ex colleghi Arrestato 47enne a Fiorano

Un 47enne di Dalmine è stato arrestato dai carabinieri di Fiorano al Serio e va a processo per direttissima martedì 14 aprile per danneggiamento e possesso d'arma: per vendicarsi del licenziamento aveva tagliato le gomme ad alcuni ex colleghi di lavoro.

Quella convinzione che alla base del proprio licenziamento, qualche mese fa, ci fossero le malelingue lo perseguitava da un po’: così un 47enne di Dalmine ha deciso di vendicarsi tagliando le gomme delle auto di due ex colleghi di lavoro.

E’ successo a Fiorano al Serio dove i carabinieri della stazione locale nella mattinata di lunedì 13 aprile hanno fermato l’uomo mentre ancora si aggirava nel piazzale di una nota fabbrica tessile del paese: i militari hanno chiesto i documenti e, durante la perquisizione, hanno recuperato due coltelli a farfalla, facilmente reperibili ma il cui possesso è da considerarsi vietato, coi quali poco prima aveva squarciato gli pneumatici di due auto.

Il 47enne, che ha piccoli precedenti penali, è stato arrestato per danneggiamento e porto d’arma e martedì mattina sarà processato per direttissima: ad avvertire i carabinieri della sua presenza sospetta nel piazzale dell’azienda erano stati alcuni colleghi che, sapendo che il suo licenziamento risaliva a qualche mese prima, hanno deciso di rivolgersi alle forze dell’ordine.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da 081

    Bergamaschi “brava” gente…

  2. Scritto da andrea

    Processato per direttissima.
    Desidero tanta efficienza da parte della magistratura anche nei confronti dei topi di appartamento senza rilasciarli il giorno successivo… in tempo per altri colpi

  3. Scritto da marco

    Azzardo una risposta: forse perchè non ha violentato e seviziato una ragazzina fino a farla morire?

    1. Scritto da pablo

      grazie per averci provato. ma vorrei capire davvero quali sono i parametri (se ce ne sono) che determinano la pubblicazione o meno del nome del soggetto.

      1. Scritto da Redazione Bergamonews

        Diamo i nomi quando ce li comunicano le forze dell’ordine che li arrestano.

  4. Scritto da pablo

    come sempre, mi chiedo perchè il bossetti viene sbattutto in prima pagina con nome e cognome, mentre ad un personaggio così (che comunque va in giro con due coltelli a farfalla), debba essere garantita la privacy.