BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’assessore regionale Sala: “Expo, venderemo più biglietti del previsto”

"A 16 giorni dall'apertura di Expo 2015 è già stata venduta quasi la metà dei 20 milioni di biglietti che avevamo previsto, tanto che dovremo rivedere al rialzo le previsioni fino a 23 milioni di visitatori". Così l'assessore alla Casa, Housing sociale, Expo 2015 e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala, durante un'intervista in diretta all'emittente britannica CNBC.

"A 16 giorni dall’apertura di Expo 2015 è già stata venduta quasi la metà dei 20 milioni di biglietti che avevamo previsto, tanto che dovremo rivedere al rialzo le previsioni fino a 23 milioni di visitatori". Così l’assessore alla Casa, Housing sociale, Expo 2015 e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala, durante un’intervista in diretta all’emittente britannica CNBC.  

"Expo sarà un’occasione di contatti e internazionalizzazione senza precedenti per le nostre imprese – ha proseguito Sala -. Basti pensare che, all’Expo di Shanghai, erano presenti 42 padiglioni nazionali, qui saranno 53, nonostante l’area espositiva sia di dimensioni inferiori".  

"Il tessuto sociale lombardo dovrà essere bravo a sfruttare l’indotto di Expo, già stimato in diversi miliardi di euro, e, se possibile, incrementarlo – ha aggiunto l’assessore, in diretta alla CNBC -. Oltre, ovviamente, ai lasciti immateriali, Expo avrà anche dei lasciti materiali. Tra questi c’è l’Ecosistema Digitale E015: è una piattaforma digitale a cui le imprese possono accedere per fornire e prelevare dati. Attraverso il flusso di informazioni provenienti dai sensori collocati negli aeroporti, lungo le principali vie di traffico, con un’apposita ‘app’ si può sapere se e dove ci sono difficoltà di circolazione, quali percorsi è più opportuno scegliere e, una volta arrivati a Milano, conoscere quante sono le biciclette del bike-sharing presenti e disponibili negli stalli in città".

"Stiamo lavorando – ha concluso Sala – per l’inserimento in E015 dei musei milanesi e lombardi, con la possibilità di offrire indicazioni su costi dei biglietti, code e orari d’apertura, ma in futuro le applicazioni potranno essere molteplici: dalla sicurezza alla sanità".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Otelma

    “Prevede” che venderà più biglietti del “previsto”. Questi alti dirigenti-politici-burocrati si basano sempre su “previsioni”. Poi puntualmente le sbagliano. Anche il tesoretto di Renzi, non è altro che una “previsione” di entrate maggiori. Ma il saggio consiglia: “Non dir gatto finché non l’hai nel sacco”. Siamo in una botte di ferro, siamo in mano ai preveggenti….

  2. Scritto da Enrico Bottini

    Immagino che coinvolgere anche le scolaresche delle elementari obbligando le maestre ad accompagnare le classi all’evento (acquistando i biglietti) rientri nella logica di chi gestisce il paese come farebbe un qualunque PR normodotato in un locale di basso livello. Lo trovo vergognoso.

    1. Scritto da Otelma

      Tutta la campagna elettorale di Renzi e dei sindaci di sx (o liste civiche mascherate) ha visto l’uso (direi l’abuso) massiccio dei bambini, docilmente ammaestrati e condotti dai docenti a fare numero e pubblico.

  3. Scritto da Aldo

    Bravo bravo Sala! Ma quando la finirete di spruzzarci fumo negli occhi? Mentre lei brinda per un ricettacolo di inciuci e appalti pseudo trasparenti, la disoccupazione in Italia nel 2015 è al 12,6%

  4. Scritto da Luca

    Non abbiamo dubbi che per le sbaraccate festose facciamo il mutuo pur di non lasciarcele scappare. Comunque siamo un paese con disoccupazione da paura! Auguri!