BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Provincia paga i debiti 4 milioni alle aziende Ance: “Un atto storico”

Boccata d'ossigeno per le imprese bergamasche: la Provincia ha deciso di saldare gli ultimi debiti non ancora pagati a 114 aziende. Una decisione forte, unica in Italia, che andrà a sanare i bilanci di tante realtà in difficoltà.

Boccata d’ossigeno per le imprese bergamasche: la Provincia ha deciso di saldare gli ultimi debiti non ancora pagati a 114 aziende per un totale di 4 milioni di euro. Una decisione forte, unica in Italia, che andrà a sanare i bilanci di tante realtà in difficoltà, ma allo stesso tempo inciderà in modo pesante sul Patto di stabilità e quindi sulla possibilità di spesa nel 2016.

Il presidente Matteo Rossi ha deciso di dare un segnale chiaro ai suoi colleghi e a tutti gli amministratori locali. “Vogliamo fare il possibile per rilanciare il settore edile che a Bergamo non è solo elemento identitario, ma deve rappresentare il futuro – spiega Rossi -. Noi abbiamo deciso di fare una scelta netta: entro 20 giorni saranno pagate tutte le fatture del comparto edile. Alle imprese andranno 4 milioni e 39 mila euro. Aggraveremo il Patto di stabilità, ma siamo convinti che la legge non possa penalizzare le aziende in un periodo in cui si può segnare la ripresa. Rivolgiamo un appello chiaro ai parlamentari: togliamo dal Patto di stabilità i debiti e gli investimenti sull’edilizia”.

Molto soddisfatto il presidente di Ance Ottorino Bettineschi: “La collaborazione tra enti dà sempre ottimi risultati. Questi debiti hanno portato molte difficoltà, in alcuni casi anche fallimenti – commenta -. Quello del presidente Rossi è un atto coraggioso, storico per questo periodo. Porterò il suo esempio anche a livello nazionale”. A livello nazionale lo Stato deve ancora saldare 10 miliardi di debiti ad aziende che a causa dei mancati incassi sono costretti ai salti mortali per far quadrare i conti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da LISA64

    Ma non dovrebbe essere un’eccezzione,dovrebbe essere la regola.Il grave e’ che stupiamo di queste notizie

  2. Scritto da fabio

    Finalmente un atto di buonsenso da parte di una pubblica amministrazione.