BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gaming

Informazione Pubblicitaria

Nuove librerie grafiche per evoluzione gaming Tornano le sale giochi?

Nella settimana in cui a Roma va in scena il Romics, arrivano le librerie grafiche DirectX 12 che promettono un notevole salto qualitativo nel settore gaming. Una riflessione sulle sale giochi che in Giappone occupano interi edifici e contribuiscono all'economia del Paese: in Italia il fenomeno tornerà mai di moda?

Benvenuti al quinto incontro con AK Gamazine. Questa settimana vi parleremo del Romics: importante fiera di Roma in cui presenziamo in uno stand in collaborazione con Tom’s Hardware.  La fiera, che durerà fino a domenica 12 aprile, sarà meta per molti appassionati di fumetti, manga, videogiochi e cosplay. Presso il nostro stand potrete partecipare a tornei in compagnia di Youtuber famosi come CiccioGamer89 e St3pNy, oppure approfittare di ottime offerte per l’acquisto di hardware da gaming: mouse, tastiere, cuffie, tappetini ed altro ancora. Non perdetevi i vari eventi duranti i giorni della fiera. Tanto divertimento e tanto intrattenimento per chi verrà a trovarci, non dimenticatevi di passare allo stand di Tom’s Hardware se pensate di partecipare al Romics!

In campo tecnico volevamo parlare dell’arrivo delle librerie grafiche DirectX 12, preparatevi quindi ad un salto qualitativo nel settore del gaming. L’accessibilità all’hardware delle schede video supportate sarà maggiore per gli sviluppatori, offrendo così un’ottimizzazione migliore per i giochi. Queste librerie faranno la differenza nei mesi a venire, e se siete in procinto di cambiare scheda grafica possiamo solo consigliarvi di prenderne una già predisposta per queste librerie. Se avete intenzione di cambiare computer o di fare un aggiornamento hardware, Il nostro consiglio è di orientarvi sulla serie 9 di Nvidia: GTX 960, GTX 970 e GTX 980 sono un’ottima soluzione per un nuovo PC da gaming.

Questa settimana volevamo inoltre aprire una parentesi sul Giappone visto che uno dei nostri collaboratori è stato là e ha avuto modo di vedere più da vicino come i videogiochi siano radicati nella vita quotidiana del paese. Nello specifico volevamo parlarvi delle sale giochi, una realtà che da noi è andata pian piano a scomparire. In Giappone sono ancora molto diffuse, e sono spesso edifici a 5 o 6 piani in cui si possono trovare videogiochi di ogni tipo: dai classici picchiaduro agli fps su binario, dai cabinati completi per i giochi di volo a quelli di guida, per concludere con i giochi musicali e quelli di abilità. Giocare ha un costo medio di 100 Yen, il corrispettivo di circa 80 centesimi di euro, salvo per alcuni titoli che costano il doppio. Le sale giochi lì sono affollate da gente di ogni età e contribuiscono molto all’economia del paese. Riuscirà in Italia a tornare in auge questo fenomeno, oppure il gaming resterà un fenomeno prettamente casalingo e legato a tornei?

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.