BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Grand hotel San Pellegrino Il governo stanzia 18,6 milioni per il restauro completo

Il governo ha stanziato i fondi per il restauro del Grand Hotel di San Pellegrino Terme. L'annuncio è stato dato dal ministro Graziano Delrio al termine della riunione del Cipe, il comitato interministeriale per la programmazione economica. Il recupero del gioiello liberty della Valbrembana, abbandonato da ormai 30 anni, sarà finanziato con 18 milioni e 650 mila euro.

Il governo ha stanziato i fondi per il restauro del Grand Hotel di San Pellegrino Terme. L’annuncio è stato dato dal ministro Graziano Delrio al termine della riunione del Cipe, il comitato interministeriale per la programmazione economica. Il recupero del gioiello liberty della Valbrembana, abbandonato da ormai 30 anni, sarà finanziato con 18 milioni e 650 mila euro. Si tratta dello stanziamento più importante di tutti i 137 Comuni a cui il comitato ha assegnato fondi. Il cantiere sarà appaltabile entro il 30 aprile e potrà aprire giù entro il 31 agosto di quest’anno. “E’ una notizia molto positiva, attesa e direi insperata – spiega Jonathan Lobati, consigliere provinciale delegato all’Urbanistica e sindaco di Lenna -. E’ un monumento della storia della Valbrembana, importante da valorizzare in una logica di rilancio turistico e paesaggistico. Sarà anche un’ottima opportunità di lavoro per gli imprenditori della valle”.

Delle 137 opere in questione, per 198,6 milioni, 27 sono nel nord-ovest, 9 nel nord-est, 20 nel centro, 61 nel sud e 20 nelle isole. Il 36% del valore delle opere da completare riguarda strutture per il turismo e il tempo libero, il 19% edifici scolastici, il 16% infrastrutture per la mobilità e il trasposto, l’8% impianti sportivi, il 7% edifici pubblici, il 6% strutture sociali e assistenziali, il 5% reti idriche e di regimazione delle acque, il 2% opere di messa in sicurezza del territorio e l’1% reti per la distribuzione del gas.

QUI L’ELENCO DI TUTTE LE OPERE FINANZIATE

QUI TUTTI I DOCUMENTI UFFICIALI

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pluto

    Direi che l’idea sta ricevendo GRANDISSIMI consensi. Martina: cambia mestiere, dai.

  2. Scritto da Andy Baumwolle

    Ma fatemi capire….non ci sono i soldi per finire la variante di Zogno ma ci sono per un albergo privato che tra l’altro non avrà neanche clienti….. Mah!

  3. Scritto da carlo

    se c’erano dei soldi dovevano andare alla viabilita (variante di zogno , asfaltature, variante di san giovanni , ciclabile di sedrina, ecc) non servono a niente queste opere se non ci sono strade ,degne di questo nome, per raggiungerle

  4. Scritto da MAURIZIO

    Il primo Grand Hotel della Val Brembana si chiama Copertura Internet in tutta la valle e fino a 2000 metri di quota.

  5. Scritto da MAURIZIO

    Gli amministratori pubblici non sono in grado di ripristinare un sentiero di 5 km, pur avendo manodopera gratuita, il sentiero bello e pronto (grazie al fatto che è stato creato in un’epoca in cui loro, per nostra fortuna, non esistevano) e il pieno sostegno della gente. Figuriamoci se sono in grado di impostare una politica per il turismo. Ma che la smettano.

  6. Scritto da solounmodo

    forse l’unico modo per rendere “attrattiva” la location sarebbe la riapertura, dentro questo gioiello liberty, di un casino’. Ai giocatori d’azzardo poco importano le strade, l’andare a sciare o le terme, vanno al casino’ per giocare e divertirsi. Altre opzioni non le vedo. Hotel chiudono a gogo’ in tutta la bergamasca e gli anni d’oro sono solo un ricordo. Turismo in valle brembana? Dovrebbero spiegare perche’ uno dovrebbe andarci a San Pellegrino.. per il centro termale?!?

  7. Scritto da pluto

    Domanda semplice: di chi il Gand Hotel?

  8. Scritto da max

    Ma è pronto per l’apertura dell’EXPO,o sarà come le terme di Isoaki o di Percassi

  9. Scritto da mao

    La solita truffa all’italiana meta’ dei soldi andrà in studi di architetti e simili,pratiche burocratiche preliminari,alla fine il palazzo sarà ancora decrepito e i soldi staranno al calduccio in vari conti correnti.La regione lombardia sono anni e anni che finanzia il recupero dei palazzi a L’Avana,ma il grand Hotel è così da 40 anni.Ora cè EXPO si uno dorme a sanpellegrino ma smettetela

  10. Scritto da Trasparenza

    Bene certo il parere dell esponente di fi che parla di opportunità degli imprenditori spero non alluda a chi lo dovrà ristrutturare visto che dovrà essere un bando europeo non vallare

  11. Scritto da nino cortesi

    Primo miracolo. Nei prossimi 20 giorni prima dell’inaugurazione di Expo avverranno miracoli a gogò.

  12. Scritto da Stefano Magnone

    Ora sotto con i finanziamenti per la TEB 2!

    1. Scritto da magna ti che magno anche mi

      Magnone,prima bisogna arrivare a Clusone con la TEB 1. Dai de brao…

  13. Scritto da Luigi

    Posso andare contro corrente? Guardando il documento, con 18 mln si ristruttravano circa 36 scuole (guardando a spanne i valori in tabella). Mi spiegate a cosa serve avere ristrutturato quel palazzo? Bello, nulla da dire, ma per? Fare arricchire ancor di piu’ percassi magari?

    1. Scritto da andrea

      d’accordo con il suo commento… ma se guardiamo più in là, vediamo una struttura grande e di prestigio che offre una montagna di alvoro e indotto per tutta la valle.

      1. Scritto da Matteo

        il grand hotel porterebbe che???? lavoro???indotto??? ma chi viene a farsi le vacanze a san pellegrino terme??? chi viene in valle brembana?!??!ma vi rendete conto che viabilità stradale c’è in sta valle???per andare a sciare a foppolo,dopo il paese di branzi,vi rendete conto che strada dovete percorrere,sperando che non scenda nessuno dalla parte opposta??? gli impianti di risalita vecchi anni luce???
        e si sta qui a sistemare il grand hotel…roba da matti…

      2. Scritto da Lp

        Io vorrei sapere cosa ne faranno di un hotel così grande.
        Con tutto il bene che voglio alla bergamasca saturare una struttura alberghiera del genere la vedo dura.
        Anche perchè una volta avviato poi va mantenuto e vanno investiti dei gran soldi per mantenere e publicizzare.
        Spero di sbagliarmi.

      3. Scritto da Luigi

        Sicuramente porterà indotto nel lungo periodo, non lo metto in dubbio… ma non la ristrutturazione in se. Se pensiamo alla strada per raggiungerlo per ora diventerebbe una cattedrale nel deserto.

      4. Scritto da Lucio

        Ah sì? Un albergo che rilancerà tutta una valle con una “montagna di lavoro”??? Boh….

        1. Scritto da rrudi

          Riapriranno sicuramente il casinò….solo così. ci sarà turismo….