BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Spara in Tribunale, uccide 3 persone, anche un giudice Nel mirino socio di Carvico

Si sono sentiti degli spari intorno alle 11 giovedì mattina in un'aula del palazzo di Giustizia di Milano. Durante un processo per bancarotta un imputato, Claudio Giardiello, ha sparato e ucciso tre persone: una delle due è il giudice Ferdinando Ciampi.

Più informazioni su

Si sono sentiti degli spari intorno alle 11 giovedì mattina in un’aula del palazzo di Giustizia di Milano. Durante un processo per bancarotta fraudolenta, al secondo piano, l’imputato, Claudio Giardiello ha sparato e ucciso tre persone: una sarebbe il giudice della seconda sezione civile fallimentare Ferdinando Ciampi.

Il killer, in giacca e cravatta, si è dato alla fuga, sembrava si fosse barricato in una stanza del terzo piano, braccato da poliziotti e carabinieri, armi in pugno, pericoloso perché armato, ma invece era uscito dal palazzo.

Ore 18.50 – Secondo gli inquirenti Giardiello voleva uccidere anche un suo socio che vive a Carvico. Si traterebbe di Massimo d’Anzuoni

Ore 17 – Secondo il procuratore Bruti Liberati, Claudio Giardiello avrebbe usato un falso tesserino per entrare da un ingresso laterale del palazzo di giustizia, e dalla porta riservata all’acceso dei magistrati, degli avvocatie  dei cronisti

Ore 16 – Il killer ha sparato 13 colpi di arma da fuoco, ha agito con fredda determinazione e pianificando gli omicidi, aveva con sè due caricatori: "Volevo vendicarmi di chi mi ha rovinato" ha dichiarato subito dopo l’arresto 

Ore 15 – Claudio Giardiello, 57 anni, un’agenzia immobiliare in corso magente, in pieno centroa  Milano, ha chiuso sei aziende per fallimento in vent’anni. Aveva debiti con le banche e subito pignoramenti: era imputato con altri 13 per il crac dell’Eutelia

Ore 14.40 – Il killer Giardiello viene portato via in ambulanza

14 – Smentito che un metal detector fosse mafunzionante

13.26 – Uno dei metal detector del tribunale "era rotto". Lo riferisce un testimone all’Ansa. 

13.16 – Il nome della terza vittima è Giorgio Erba, coimputato. 

13.05 – Le vittime sono l’avvocato Lorenzo Alberto Claris Appiani, 37 anni e il giudice Ferdinando Ciampi

12.51 – Secondo la testimonianza di alcuni avvocati il killer avrebbe cercato direttamente il giudice Ciampi, sua vittima designata. Nella fuga ha sparato alle altre persone. 

12.26 – Il ministro dell’Interno Angelino Alfano conferma l’arresto dell’assassino.

12.19 – Il killer è stato arrestato dai carabinieri a Vimercate. 

12.17 – Secondo fonti investigative i morti sarebbero tre. 

LE FOTO POSTATE SUI SOCIAL

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da tex

    ed è anche uscito dal tribunale …….ma dove erano i carabinieri e tutta la vigilanza ? a fare la siesta o al bar ?

  2. Scritto da il polemico

    subito dimissioni del ministro di giustizia,unico remponsabile di qualsiasi cosa succede in italia in materia di giustizia,sentire renzi che afferma che cercherà di capire come possono succedere queste cose e di punire i colpevoli……cosa aspetta a procedere con il suo ministro?

    1. Scritto da hans

      ovviamente questo non valeva quando c’era castelli….

      1. Scritto da il polemico

        la sparatoria dovuta a controlli che non cerano è avvenuta adesso,non 4 anni fa.che centra poi castelli??è colpevole di non aver previsto il futuro?malgrado mi consideri intelligente,il tuo commento non lo capisco

  3. Scritto da graziano

    Porto d’armi libero per tutti, eh monellacci? Per i tiratori volontari, sole a scacchi e buttare via la chiave!

  4. Scritto da massimiliano bavo

    Nel fratetmpo Maroni era ad un vertice sulla sicurezza (!) che è stato sospeso.

    Ci diranno che per Expo non ci sarà nulla da temere.

  5. Scritto da MABE

    …ma spiegatemi come si fa ad entrare in tribunale armati….incredibile

    1. Scritto da Marvel

      Per me potrebbero non raccontarcela giusta. Se il tesserino fosse regolamentare e che anzi autorizzasse al porto d’armi per una qualche funzione di cui quel tipo di tesserino è il passe-partout? Certo che per pianificazione, atleticità, freddezza esecutiva, pratica d’armi e capacità di disimpegno in situazione di caos, valutazione della resa, il quadro di riferimento a cui va il pensiero comparativo è quello delle task.