BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nuovo palaghiaccio, niente spazio all’hockey: “Non compatibile”

Pattinaggio di velocità sì, pattinaggio artistico sì. L'hockey invece no. Nel nuovo palazzetto del ghiaccio donato da Italcementi al Comune non troverà spazio la squadra dell'hockey Bergamo che da tempo attendeva la realizzazione di un nuovo impianto.

Più informazioni su

Pattinaggio di velocità sì, pattinaggio artistico sì. L’hockey invece no. Nel nuovo palazzetto del ghiaccio donato da Italcementi al Comune (leggi qui) non troverà spazio la squadra dell’hockey Bergamo che da tempo attendeva la realizzazione di un nuovo impianto. Il problema è emerso durante la terza commissione riunita per valutare l’impatto urbanistico dell’opera da cinque milioni di euro che Italcementi realizzerà in tempi da record: entro settembre dovrebbe essere tutto pronto. “Sono favorevole al progetto che già fu presentato durante l’amministrazione Tentorio – interviene il consigliere della lista Tentorio Danilo Minuti -, mi chiedo però che fine farà il vecchio palazzetto del ghiaccio e se le associazioni del territorio siano state coinvolte con proposte di riutilizzo e se inoltre nel nuovo Palaghiaccio sarà dato spazio a coloro che già fanno sport su ghiaccio a Bergamo. Mi risulta infatti che l’hockey Bergamo da tempo stia cercando una casa perché ora sono costretti a trasferirsi a Lecco o Milano per giocare. Avete provato a chiedere a Italcementi una riflessione su questo problema?”. Immediata la risposta dell’assessore allo Sport Loredana Poli: “Abbiamo già parlato e per questo sport non c’è spazio, anche per una questione di tempo. Le attività di pattinaggio infatti occupano gran parte del palinsesto, quindi l’hockey non è compatibile”.

Molto soddisfatto del regalo di Italcamenti Simone Paganoni, Patto civico: “Grazie a chi ha donato questo progetto. Secondo me vale quattro: Italcementi dona un nuovo impianto sportivo a Bergamo, viene valorizzato uno sport minore, l’azienda inoltre darà 300 mila euro in oneri che si possono sfruttare per il quartiere della Malpensata. Il quarto regalo è che il palaghiaccio rimarrà di proprietà della società con una convenzione eccellente, togliendo all’amministrazione l’onere della gestione”.

Critico invece l’intervento di Marcello Zenoni, Movimento 5 Stelle: “Il gruppo Italcementi sta ponendo una discussione legata all’incenerimento di rifiuti a Calusco d’Adda (leggi qui). Quanto impatta quell’operazione sul territorio? Secondo me decine di milioni. Qui invece fa operazione di social washing per rendersi bella. Per carità, come cittadino non sputo sul piatto dove andremo a far pattinaggio, ma politicamente non li ringrazio perché guardo l’ordine di grandezza”. Nonostante la seduta pubblica, l’amministrazione non è stata autorizzata dall’azienda a diffondere rendering, ad esclusione di due semplici prospetti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da franco

    Magari preferiscono un altro campo di calcio, che desolazione

  2. Scritto da Alberto A. Villa

    Mi ha richiamato la Segreteria del Sindaco Gori e mi ha passato l’Assessora allo Sport, Loredana Poli, che in una lunga e gentile telefonata mi ha dichiarato che la Convenzione del Comune NON parlerà di singole discipline sportive, ma di accesso pubblico alla pista senza specificarne gli impieghi. Se l’obiettivo del Gestore è quello di precludere l’attività hockeystica, non affitterà con tutte le scuse possibili. Occorre trovare uno Sponsor per fare un’offerta sulla Malpensata.

  3. Scritto da Corrado

    Me lo immagino già …….questo assurdo Paese, questa nostra … anzi, mi convinco …sempre più “vostra e meno mia” Italiuccola degli amici di merende, nel pieno di una ERA GLACIALE. Forse allora … ma solo allora .. quando a scuola o al lavoro si potrà andare solo sui pattini … che l’Hockey su ghiaccio entrerà nella cultura di questo popolo.

  4. Scritto da Alberto A. Villa

    Vi invito a firmare e far firmare la petizione a Giorgio Gori Sindaco di Bergamo per salvare l’hockey a Bergamo!

    https://www.causes.com/actions/1778051-sign-the-petition-to-giorgio-gori-sindaco-di-bergamo

  5. Scritto da Marco

    assurdo tagliar fuori uno sport! L’hockey non merita questo. A volte ammettere di aver sbagliato e porre rimedio fa aumentare la stima, piuttosto che restare stupidamente sulle proprie posizioni…

  6. Scritto da Elena

    Trovo davvero assurdo eliminare così uno sport come l’hokey!!

  7. Scritto da Ottavio

    Mi sembra ingiusto tale comportamento…. E’ vero e proprio razzismo sportivo escludere la pratica dell’hockey su ghiaccio in una struttura nuova…Soprattutto per i più piccoli che già da un paio d’anni non hanno più un luogo dove potersi allenare se non a d almeno 50 km di distanza…Riflettete.

  8. Scritto da Marco

    Sono francamente stupefatto dalle affermazioni dell’Assessore… ma lo sapete di quale movimento c’è bisogno per tenere in piedi un palaghiaccio?
    Va bene che Italcementi si accolla l’investimento, ma chi pagherà la gestione? Siete sicuri che questo possa essere l’unico palaghiaccio che fa a meno dell’hockey e dei suoi appassionati?

  9. Scritto da Alina

    Vergogna!!!!Come si può pensare di escludere uno sport così importante come hockey. Sport= Salute una città come Bergamo dovrebbe incentivare i propri cittadini a esercitare ogni genere di sport e non obbligarli ad andare altrove.

  10. Scritto da Meneghetti Bros

    Leggo con orrore che si vuole escludere uno sport vero e completo come l’hockey su ghiaccio. Uno sport che insegna valori positivi e dove c’è ancora molta passione vera. Sulla base di che cosa poi? Le ore di ghiaccio possono essere gestite e basterà mettersi d’accordo, come in ogni impianto sportivo, o sbaglio? Ma tutti devono avere la stessa opportunità, senza preferenza o esclusioni. Spero che l’assessore per lo sport possa ripensarci e considerare nuovamente quanto diramato.

  11. Scritto da Roberto

    Sono veramente indignato! Bergamo ha 2 squadre di hockey con circa 150 atleti; con una cultura quasi 30ennale, costrette a fare centinaia di km per allenarsi. Ora che c’è la possibilità di avere una pista agibile, ci viene negata per accordi presi senza interpellare nessuno della federazione. E’ una cosa inammissibile..vergognatevi

  12. Scritto da Giorgio

    Ottima scelta !!! Complimenti … E tutti gli hockeyisti di Bg e provincia dovranno andare a giocare a Milano ?? Che pena !!

  13. Scritto da Giorgio

    Sono basito dal proposito di escludere l’hockey!!! E’ uno sport bellissimo e con grande tradizione a Bergamo.
    Storicamente nessun Palaghiaccio e’ in grado di reggere la gestione senza il contributo dell’hockey. Chiunque sia del settore lo può testimoniare.
    Ripensateci ora che siete in tempo…

  14. Scritto da nico

    Mi associo alle giuste osservazioni di chi mi ha preceduto nei commenti: non si può eliminare un’infrastruttura pubblica, di fatto privatizzarla ed eliminare a cuor leggero una delle attività sportive che si svolgeva in precedenza. Il regalo si può anche rifiutare o correggere (come peraltro questa amministrazione sta facendo con il trasferimento della GAMEC ai Magazzini Generali): temo il momento in cui verrà presentato il progetto di ristrutturazione dello stadio…

  15. Scritto da Alberto Nicoletta

    A mio avviso non è ragionevole che in una struttura di questo tipo a Bergamo non si riesca a trovare lo spazio per un’altra attività sportiva come l’ Hockey oltre al pattinaggio artistico. Se ci riescono a Milano che ha un’ affluenza superiore non è possibile che a Bergamo non si riesca. Mi sembra di notare una certa non curanza a livello organizzativo.

  16. Scritto da B.B.

    Diciamo le cose come stanno, non prendete in giro i tanti hockeisti di BG, BS, LC ecc. che non hanno un Palaghiaccio da anni con: “Abbiamo già parlato (SOLO CON CHI VUOLE IL PATTINAGGIO ARTISTICO?) e per questo sport non c’è spazio (NON VOGLIAMO DARLO?), anche per una questione di tempo (E’ NECESSARIO DEL TEMPO SUPPLEMENTARE PER L’HOCKEY?). Le attività di pattinaggio infatti occupano gran parte del palinsesto (CHI L’HA GIA’ DECISO? E PERCHE’?), quindi l’hockey non è compatibile (?)”.

  17. Scritto da sandra

    Ovviamente ci sono sport di serie A (calcio) e sport di serie B (hockey – pallavolo – pallacanestro etc etc). E’ incredibile che, al giorno d’oggi, gli appassionati di hockey non abbiano più uno spazio dove poter giocare e allenarsi!

  18. Scritto da Marco

    Un assessore allo sport che nega la possibilità di praticare uno sport (pur avendo finalmente un impianto).. senza parole. Forza Hockey Bergamo!

  19. Scritto da Manuela Reggiori

    Gentile Assessore,per le “ore ghiaccio settimanali” si può trovare un giusto equilibrio tra pattinaggio libero,artistico e hockey.Ci sono palazzetti dove,pur di giocare,i ragazzi dell’hockey si allenano anche dalle 23 alle 24.30 (Sesto S.Giovanni). Forse prima di escludere a priori uno sport da un impianto nuovo, il che configura una discriminazione che comunicherò a tutti i media con cui ho contatti,si potrebbero ascoltare gli esperti di tutti gli sport.

  20. Scritto da Alberto A. Villa

    Invito i Responsabili delle squadre lombarde a richiedere spazi nel nuovo Stadio e vedremo se riusciranno a rifiutare delle ore di ghiaccio allo Sledge (hockey per disabili motori).

  21. Scritto da il Teso

    Non capisco perché uno sport debba essere escluso a priori….si considerino tutti gli sport e poi si dividano le ore tra tutti…..
    Non mi sembra una cosa così difficile da fare….

  22. Scritto da Coniatore

    Una giunta che decide che sport si pratica e quale no…incredibile nemmeno in Russia o in Cina ai tempi di Stalin O Mao, l’assessore deve essere stata una grande sportiva…faccio una palestra ma la pallavolo si, il basket no!

  23. Scritto da Michela

    È una vergogna!non sanno nemmeno cosa sia l’hockey su ghiaccio.A Bergamo ci sono persone che farebbero carte false per avere una pista decente dove fare allenamento.Invece qua tagliano le gambe in partenza?Vorrei proprio sapere quali siano i problemi che creano l’hockey…dato che solitamente l’artistico si prende tutte le ore diurne.non capisco perchè non possa esserci spazio per l’hockey alla sera.Ricordo benissimo quando inizia nel 93 c’era un grandissimo movimento.avete distrutto tutto.

  24. Scritto da Diego

    Fino a ieri si faceva fatica a riempire le ore dei palazzetti del ghiaccio ed ora magicamente tutte le ore sono destinate all’artistico????
    Inoltre Assessore, in base a cosa prende questa scelta? Escludere a priori uno sport che ha un bacino di sviluppo notevole.
    Una dichiarazione affrettata, alla quale sicuramente potrà porre rimedio dopo aver analizzato più approfonditamente la situazione.

  25. Scritto da Dario

    si si…poi scoprirete che si possono far soldi anche dalle 22,30 in su (quando artistico e velocità vanno a casina) e invece gli hockeysti, almeno quelli grandi, vi noleggiano le due pistelle…e son soldini, neh!
    in ogni caso, vergogna nei confronti delle giovanili!

  26. Scritto da Simone d'Amore

    Ennesima vergogna! Ridate visibilità agli sport “minori” e vedrete rinascere i veri valori dello sport! L’hockey va preservato e promosso! La notizia comunque non mi sconvolge più di tanto seguendo anche le peripezie dei Lions (IFL massima serie) sballottati da un campo all’altro!
    Spero vivamente che anche la situazione fallimentare della struttura di Zanica possa essere risolta al più presto.

    1. Scritto da paola

      Il problema del palaghiaccio di zanica non è un fallimento, ma la volontà del comune di non farlo riaprire.
      Quindi lasciate ogni speranza….

  27. Scritto da nick

    Ennesima vergogna di una città piena di eccellenze sportive abbandonate a se stesse. Foppa, Lions, la stessa Atalanta che auspica uno stadio nuovo fuori dal centro cittadino e adesso anche uno storico e bellissimo sport come l’hockey, costretto a scomparire. VERGOGNA !!!

  28. Scritto da Zoe

    Mi deve spiegare ls sig Loredana Poli con che criterio ha stabilito che non c’è spazio per l’hockey.

  29. Scritto da Dario_

    “le attività di pattinaggio infatti occupano gran parte del palinsesto”, Mah!..manca ancora la struttura, (i lavori devono iniziare) e avete già divisi tutte le ore di ghiaccio?
    Altro che regalo alla Città di Bergamo, comincio a pensare che sia un regalo a quei pochi privilegiati…..Festa Privata!!

  30. Scritto da Oliver

    Niente spazio per l’hockey ghiaccio? Data l’occasione, più unica che rara, di poter avere finalmente su questo territorio una struttura nuova e fruibile per tutte le associazioni sportive che svolgono attività sul ghiaccio, è davvero una VERGOGNA!. Evidentemente qualcuno non ha idea (o non vuole vedere) quanti Hockeysti ci sono a Bergamo e quanti, e sono davvero tanti (giovanissimi e non), che vorrebbero iniziare ad esserlo, ma purtroppo da anni gli si “chiude la porta in faccia”.

  31. Scritto da laura

    Ma non si vergogna l’assessore Poli? Tutti bravi a prendere voti ma poi parlano I fatti! E’ possibile che ci siano sport di serie a e sport di serie b? Perche’ l’hockey no?Dovremmo opporci ad un’ ingiustizia del genere, e invece , al solito , subiremo in silenzio!!! Che schifo

  32. Scritto da paci no grazie

    ma come diamine si fa a fare un palazzetto del ghiaccio senza che si possa fare hockey !??!??! ma è come fare il palazzetto nuovo dove si può fare solo basket e non pallavolo, è un’idiozia senza limiti !
    solo a Bergamo una visione cosi ottusa e poco lungimirante …

  33. Scritto da Ambra

    Assessore venga una volta a vedere un allenamento di hockey e lo dica in faccia ai ragazzi che l’anno prossimo saranno tutti a casa perchè amano uno sport “non compatibile” con la nuova pista

  34. Scritto da Nick

    Non riuscire a trovare un buco nel palinsesto per l’hockey mi sembra improbabile e cosa vorrebbe dire definirlo incompatibile!?!? dove c’è ghiaccio c’è hockey… e cosa vuole fare l’assessore? riempire ogni sera con il pubblico?

  35. Scritto da Alberto A. Villa

    Trovo indegno che l’Amministrazione Comunale si schieri a favore della limitazione dell’impiego di una struttura che deve servire alle esigenze di TUTTI gli sportivi bergamaschi, non divenire il campetto gioco privato dei figli di qualche alto dirigente di chi ne sponsorizza la costruzione.
    Chiediamo al CONI e alla FISG di intervenire NON autorizzandolo alla pratica sportiva e sanzionando con l’esclusione dalle competizioni le Società sportive che ne fruiscano in danno degli altri sport.

  36. Scritto da Marco

    Hockey “non compatibile”? Scherziamo?
    Uno confida nel fatto che un ASSESSORE ALLO SPORT tuteli tutti gli sport senza distinzione di quote sponsor. E’ una presa in giro. Sicuramente seguiranno dei chiarimenti e si troverà il modo di far entrare anche l’hockey nel prezioso palinsesto del nuovo palaghiaccio. In fondo se qualcuno è stato così in gamba da diventare assessore sarà sicuramente anche in grado di non far sparire una disciplina emergente dalla sua provincia.

  37. Scritto da Andrea

    Una struttura pubblica fatiscente verrà chiusa e sostitutita con una struttura privata che non tutela tutti gli sport. I giocatori di hockey a Bergamo sono molti…la pista di Zanica è chiusa da due anni e alla Malpensata si preferisce far pattinare il pubblico alla sera.
    Una vergogna! Come faremo?

  38. Scritto da Fabio tetta

    Sia l hockey che il pattinaggio artistico si sono divisi le ore di allenamento da sempre!!!!
    É una vevergogna,questa é la dimostrazione che a tutti i costi si vuole far morire l hockey…

  39. Scritto da Emperor

    Grazie mille, e chi gioca ad hockey può andare a quel paese ! Grazie davvero…

  40. Scritto da Luca

    Come niente hockey???
    Immagino manco carling ….. tanto valeva fare un campo da calcio.