BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gestione delle emergenze, rinnovato l’accordo tra Sacbo e Provincia

Provincia di Bergamo e SACBO, società di gestione dell'Aeroporto internazionale di Bergamo-Orio al Serio “Il Caravaggio”, hanno rinnovato, con la sottoscrizione di un nuovo protocollo di intesa di durata annuale, l’accordo per il supporto nella gestione di eventuali situazioni di emergenza di protezione civile interne all’aeroporto “Il Caravaggio”.

Provincia di Bergamo e SACBO, società di gestione dell’Aeroporto internazionale di Bergamo-Orio al Serio “Il Caravaggio”, hanno rinnovato, con la sottoscrizione di un nuovo protocollo di intesa di durata annuale, l’accordo per il supporto nella gestione di eventuali situazioni di emergenza di protezione civile interne all’aeroporto “Il Caravaggio”. “In particolare, le organizzazioni di volontariato di protezione civile individuate dalla Provincia di Bergamo con protocolli operativi sono il Gruppo intercomunale di protezione civile Dalmine Zingonia, l’Anpas Lombardia Comitato provinciale di Bergamo e l’Associazione P.A. Croce Blu di Gromo”, spiega il consigliere provinciale delegato alla protezione civile Mauro Bonomelli.

Lo scopo è quello di fornire un supporto nel garantire una adeguata assistenza all’utenza presente all’interno dello scalo che non può imbarcarsi o spostarsi dall’aeroporto. “L’azione delle organizzazioni sarà improntata al supporto di eventuali situazioni di contingenza connesse ad eventi meteorologici e calamitosi naturali che comportino la cancellazione dei voli e la conseguente forzata permanenza in aeroporto di un elevato numero di passeggeri”. Ma SACBO contribuisce anche al sostegno del sistema di protezione civile impegnato nella attività di prevenzione sul territorio. In base al protocollo di intesa, SACBO mette a disposizione anche una dotazione di 200 brandine e 300 coperte stoccate nei locali dell’aeroporto, da utilizzare nelle situazioni di emergenza, e cede alla Provincia di Bergamo ulteriori 150 brandine e 150 coperte per il potenziamento del sistema provinciale di protezione civile e come scorta di riserva in caso di necessità in aeroporto.

“Ancora una volta gli uomini e le donne della protezione civile bergamasca sono chiamati in causa. E’ una macchina imponente, capace di risposte certe, che sa essere vicina alla gente con cuore, passione e professionalità. Siamo orgogliosi di loro”, afferma Matteo Rossi, presidente della Provincia. Le organizzazioni di volontariato di protezione civile collaboreranno al montaggio e posizionamento delle brandine e alla distribuzione di bevande e generi di conforto all’utenza, in punti concordati. Il gestore aeroportuale, dal suo canto, ha attivato una convenzione con gli esercizi pubblici di ristoro presenti nel terminal, dotati di idonee scorte e predisposti all’apertura H24 in caso di necessità. “Il supporto della rete del volontariato di protezione civile è uno strumento di garanzia operativa nelle situazioni di emergenza, come quelle meteorologiche estreme, che potrebbero creare criticità logistiche in ambito aeroportuale – sottolinea Andrea Mentasti, direttore generale di SACBO – L’esperienza dimostra come la tempestività e il coordinamento siano determinanti per assicurare adeguata assistenza, in collaborazione con il personale del gestore aeroportuale, gli Enti e le forze di Polizia”. “La Provincia di Bergamo ha il merito di volgere particolare e costante attenzione a una realtà importante come l’aeroporto, garantendo capacità di intervento in caso di necessità – dichiara Miro Radici, presidente di SACBO – Quanto previsto nel protocollo rappresenta un esempio di fattiva collaborazione esercitata con risorse umane qualificate sotto forma di volontariato, che premia e valorizza una componente civile di grande rilevanza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.