BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

E’ di Capoferri la struttura della terrazza panoramica alla Triennale di Milano

Eccellenza nella tecnica, innovazione e manifattura di alta qualità per dare corpo al progetto di OBR: il ristorante della terrazza panoramica della Triennale di Milano.

Il progetto presentato da OBR per il ristorante sulla terrazza panoramica della Triennale di Milano rivela caratteristiche tecniche non meno ambiziose di quelle estetiche e concettuali.

Capoferri ha realizzato la struttura in 60 giorni, sviluppando soluzioni tecniche inedite per coniugare le prestazioni tecnico-meccaniche con il brief di progetto, coordinando tutti i subcontractors coinvolti.

Il padiglione è un parallelepipedo vetrato a pianta libera di 33 per 5 metri, per 3 metri d’altezza, realizzato con una struttura leggera e modulare in acciaio inox a sette campate che segue la successione ritmica dei portali storici. Le vetrate esplorano i limiti estremi della tecnica: realizzate a taglio termico, presentano le dimensioni minime (55mm di spessore) ottenibili su profili mobili. I dispositivi meccanici delle ante alzanti e scorrevoli sono completamente incassati all’interno della struttura portante. In questo modo con le ante chiuse i vetri sembrano fissi.

Le vetrate di testa nei due lati corti si aprono interamente traslando orizzontalmente: una soluzione innovativa mai realizzata in precedenza che consente alle ante di scorrere in senso perpendicolare al vetro sul solo binario inferiore (anch’esso incassato a pavimento) senza nessuna guida superiore a vista.

 

I componenti sono stati progettati per consentire l’allestimento dell’opera in situ: il padiglione poggia infatti sul terrazzo esistente senza danneggiarne il rivestimento grazie a una pedana realizzata con un pavimento galleggiante in legno contenente l’impiantistica necessaria. L’involucro è definito da pareti apribili e scorrevoli lungo i binari incassati nel pavimento galleggiante e i traversi superiori. Ante verticali e copertura leggermente inclinata sono realizzate in lastre di vetro basso emissivo stratificate e temprate, protette da una tenda scorrevole in tessuto bispalmato, che, oltre a garantire l’ombreggiamento diurno, di notte potrà essere animata da luci e immagini.

 

CAPOFERRI, UNA STORIA LUNGA UN SECOLO

Fondata ad Adrara San Martino nel 1894, inizialmente come falegnameria artigianale, in oltre un secolo di storia è cresciuta fino ad essere oggi un player globale che ha saputo unire la qualità manifatturiera dell’artigiano con le risorse tecnologiche e gestionali della grande industria Tradizionalmente specializzata nel serramento, che tuttora rappresenta il core business dell’azienda, nel tempo si è distinta per la capacità di svolgere progetti senza limiti di scala o di genere, arrivando a creare una divisione contract dedicata a dare forma alle visioni e richieste dei progettisti.

Attiva pressoché in ogni continente, l’azienda dimostra una natura tanto eclettica nella parte tecnica quanto dinamica nella capacità di collaborare con alcuni dei protagonisti della scena internazionale. Centoventuno anni di ricerca, di elevata professionalità e di solida tradizione artigiana, hanno trasformato un piccolo laboratorio in una realtà imprenditoriale internazionale, leader nei serramenti speciali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.