BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Astino presa d’assalto E in attesa dell’Expo parcheggi nei campi

Il complesso di Astino è stato letteralmente preso d'assalto da molti bergamaschi e turisti nella giornata di Pasquetta. Ma con un problematico inconveniente: i campi vicini si sono trasformati in parcheggi. La protesta dei residenti.

Più informazioni su

Una foto che meglio di molte parole descrive la situazione di Astino nella giornata di Pasquetta. I campi intorno all’antico complesso monastico sono stati trasformati in parcheggi per le auto dei tanti visitatori. Non proprio una bella cartolina per la valle di Astino che punta, con il nuovo Orto Botanico, ad essere un centro di attrazione in vista di Expo. I residenti hanno protestato per questa invasione di vetture nei campi che ha letteralmente stravolto il paesaggio e l’equilibrio dell’area immersa nel verde del Parco dei Colli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino

    Non si può pretendere che tutti vadano a piedi, comunque non credo che Astino diventerà una meta del turismo straccione, quello dei grandi numeri. Nel caso si faccia arrivare una linea ATB, sentiamo che ne dice la dirigenza.

  2. Scritto da il polemico

    posti turistici senza parcheggi,e quasi tutti i commentatori che si considerano grandi camminatori disposti a farsi km per andare ad astino,poi sono i primi che vanno in bagno in auto….malpaga era in una istuazione peggiore,auto parcheggiate nei campi,lungo le strade che diventavano a senso unico,ovviamente per la maggior parte di codesti commentatori-camminatori,era meglio parcheggiare a ghisalba,ed andare a piedi,e li non cera posto,la lasciavano a martinengo e poi si andava a piedi

    1. Scritto da cua de paja

      Pensi che nel 19° secolo avevano già inventato l’omnibus un infernale mezzo di locomozione adatto a trasportare persone e aperto a tutti (omni) gli abitanti delle città che non avavano mezzi di locomozione e per evitare il traffico delle carrozze … ora li chiamano bus o pullman

      1. Scritto da il polemico

        riferendosi a malpaga,10 mila persone sui bus.partenza da dove?che parcheggio enorme esiste per contenere qualche migliaio di auto nella zona?.50 persone a bus,ci vorrebbero ore soloo per trasportarli tutti,sempre che invece non si approntino 200 autobus per trasportarli in un colpo solo,e su strade di campagna….mahh

  3. Scritto da elisa

    Pensateci bene: voi arrivate e ci sono già 4 5 macchine posteggiate nel campo, è ovvio che poi parte una reazione a catena e quelle 4 macchine su moltiplicano.
    Il proprietario del fondo avrebbe dovuto chiamare il carro attrezzi o sporgere denuncia segnando ogni singola targa con relativa fotografia per almeno farsi risarcire i danni dato che su suolo privato chi è di competenza non può fare multe.

  4. Scritto da ludo

    basta quella foto per capire quale sia il degrado culturale ma prima ancora mentale che ci circonda. Che tristezza….

  5. Scritto da io c'ero

    Io sono uno di quello che ha parcheggiato nel campo, ho fatto una passeggiata da Astino a Piazza Vecchia e ritorno.

    1. Scritto da stefano

      Ma bravoooooooo, sara’passato dal centro e, visto che c’era pieno e non si saliva, si e’ inventato il park ad Astino.

  6. Scritto da Simone

    Io non credo che i parcheggi fossero autorizzati, primo….
    In secondo luogo come si fa in città alta se vuoi salire al monastero parcheggi a Longuelo e sali a piedi altrimenti vai al cinema

  7. Scritto da agricolo

    Toccare le auto e scomodare le chiappe di chi ci sta seduto, MAI! Città della polenta=polentoni! Concordo, Nino. I cessi pubblici, in certi momenti, sono altrettanto importanti dei musei, come in certi paesi del Nord.

  8. Scritto da cua de paja

    Prove tecniche di EXPO a Bergamo. Un parcheggio li non c’è, non si può e non è il caso di farlo quindi va trovata una alternativa. Sicuramente più trasporto pubblico o navette per Astino non avrebbero fatto male. Poi visto che ad Astino si va per una passeggiata culturate, passeggiamo un po’ di più e lasciamo l’auto in un posto più defilato e magari con percorsi tematici e sicuri si potrebbe giugere a destinazione a piedi. Meglio ancora auto in garage e usiamo i mezzi pubblici.

  9. Scritto da Luciano Avogadri

    Si potrebbe pensare di andare a prendere i visitatori direttamente a casa loro, così sarebbe evitato il problema dei parcheggi. Eviteremmo così anche i soliti furboni che suggeriscono sempre di mettere i parcheggi solo in casa degli altri.

    1. Scritto da Stecchetti

      Quanta ironia… Si poteva anche camminare un po’ ieri o utilizzare i mezzi pubblici che era una splendida giornata!!

      1. Scritto da Luciano Avogadri

        Penso si possa benissimo decidere di far salire la gente a piedi. Basta poi non piagnucolare se ci vanno in pochi.

  10. Scritto da nino

    Spero che a nessuno venga in mente di fare un bel parcheggione a raso stile aeroporto di Orio.

  11. Scritto da Alfio

    W la natura! Amata da tutti anche a costo di lasciare l’auto in mezzo ai campi! Ridiculous!

  12. Scritto da Pluto

    Da sempre era stato segnalato che qualunque destinazione o iniziativa venisse concentrata su Astino si sarebbe posto il problema trasporto-parcheggio ed esattamente com’é accaduto per il nuovo ospedale, si da corso alle iniziative e poi ci si ritrova in questa situazione. Si vuole fare bella figura mostrando i lavori eseguiti e si dimentica SEMPRE che l’afflusso di persone va affrontato assieme ai lavori stessi. Ma non c’é nesusno che coordina le cose PERDINCI!?

    1. Scritto da nino

      Sarà che certi problemi sono considerati volgari, tipo la politica dei bagni pubblici in una città a vocazione turistica: noi parliamo solo di mostre, musei ecc. mica di cessi, i visitatori si arrangino