BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Le Madri degli orfani in concerto col primo cd: La grande abbuffata

Bergamo continua a stupire il pubblico orobico dando spazio ai numerosi gruppi musicali emergenti e questa volta è il turno della band bergamasca Le Madri degli Orfani che si esibirà con il suo nuovo album, La Grande Abbuffata, mercoledì 8 aprile sul palco del Druso Circus di Bergamo.

Bergamo continua a stupire il pubblico orobico dando spazio ai numerosi gruppi musicali emergenti e questa volta è il turno della band bergamasca Le Madri degli Orfani che si esibirà con il suo nuovo album, La Grande Abbuffata, mercoledì 8 aprile sul palco del Druso Circus di Bergamo.

Il gruppo, nato da un’idea di JimMannez e Logan Laugelli, entrambi studenti della Facoltà di Scienze Umanistiche dell’Università di Bergamo, prende forma nel 2008 con il primo ingaggio ottenuto dal Druso Cafè di Bergamo.

Il duo acustico è subito accolto con entusiasmo dal pubblico che apprezza il poliedrico andamento ritmico che spazia, come afferma Logan Laugelli, cantante e autore dei testi insieme a JimMannez, “dai Clash ai Rancid, dai Libertines ai Stooges. Da Tom Waits a Francesco De Gregori, da LouReed a Ivan Graziani”.

All’inizio del 2009 il gruppo si ingrandisce con l’arrivo di Dario Bertoletti alla batteria e di Saul Pagnoni al basso e dà vita al primo demo autoprodotto “Largo alla Retroguardia” contente dieci pezzi originali. Gli anni passano tra concerti sui palchi della provincia, trasferte in tutto il Nord Italia e non solo, nuovi demo incisi tra cui “Tra il Male e il Peggio” (2010), “Nani e Ballerine” (2012) e cambiamenti all’interno del gruppo: Saul Pagnoni abbandona il progetto venendo sostituito da Paolo Finazzi e si aggiunge GiankiCaminada alla tromba.

Il 2013 è un’annata importante per la nuova formazione che riceve subito consensi positivi sia da parte del pubblico che dalla critica, tanto da essere protagonisti di un breve documentario edito dalla web tv bergamascaPolarTv e ricevere la proposta non solo di un nuovo ingaggio da parte del Druso Circus, ma anche del primo contratto discografico della band da parte di Matteo De Napoli, direttore artistico della casa discografica bergamasca Fontana Records 2000 (ora Fontana Indie Label 1933).

“Non so se possiamo già chiamare ‘successo’ quello che abbiamo raggiunto – spiega Logan Laugelli -, ma credo che il nostro segreto sia il duro lavoro di questi anni. Non ci siamo mai fermati, nemmeno nei momenti di pausa tra un concerto e l’altro e questo ci ha portato ad avere sempre canzoni nuove da proporre, nuove versioni delle nostre vecchie canzoni che creiamo per divertimento in sala prove, ma che piacciono molto anche al pubblico. E poi credo che tutto sia dovuto al fatto che ci esibiamo sui palchi della bergamasca da più di cinque anni e questo aiuta a conoscere moltissimi gruppi e a rimanere in mente…”

Il contratto discografico prevede la realizzazione di due album, il primo, La Grande Abbuffata, contiene undici pezzi inediti che spaziano dal grunge folk alla musica psichedelica: “Il nostro produttore artistico, Matteo de Napoli, è stato molto bravo a capire i nostri punti forti, aiutandoci a trovare gli arrangiamenti che più potessero rispecchiarci. Come sempre, i testi sono scritti da me e Jim e analizzano le realtà dell’Italia odierna e d’oltre confine.”

L’album, uscito venerdì 13 marzo, è già acquistabile in versione digitale e verrà presentato per la prima volta mercoledì 8 aprile al Druso Circus di Bergamo, dove si esibiranno anche diversi ospiti provenienti dal mondo indie bergamasco e la band Nova 76. “Dopo questa data e questo primo contratto discografico – conclude Laugelli –  ho molte aspettative, anche se sono più speranze. Speriamo di migliorare sempre di piùtrovando ancora opportunità per esibirci edi assistere al ‘risveglio dal coma’ della musica italiana”.

Lucia Cappelluzzo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.