BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La mappa dei redditi Comune per Comune Nelle valli più povertà

Più ricchi nell'hinterland di Bergamo, mentre nelle valli si continua a faticare per arrivare alla fine del mese. Il ministero delle Finanze ha diffuso i redditi dichiarati nel 2014 (quindi relativi al 2013) dai cittadini italiani. La realtà fotografata in provincia di Bergamo non è molto diversa da quella dell'anno precedente.

Più informazioni su

Più ricchi nell’hinterland di Bergamo, mentre nelle valli si continua a faticare per arrivare alla fine del mese. Il ministero delle Finanze ha diffuso i redditi dichiarati nel 2014 (quindi relativi al 2013) dai cittadini italiani. La realtà fotografata in provincia di Bergamo non è molto diversa da quella dell’anno precedente.

I contribuenti più ricchi abitano nei Comuni che gravitano attorno al capoluogo: Gorle, Mozzo, Cenate Sotto, Ranica, Torre de’ Roveri e la stessa Bergamo sono ai primi posti per reddito pro capite. Le valli – tendenza confermata da sempre – sono fanalino di coda con Roncola, Dossena, Taleggio, Cusio e Cassiglio ad occupare gli ultimi posti della classifica.

I bergamaschi dichiarano allo Stato la bellezza di 15 miliardi, 862 milioni e 541 mila euro. Il reddito medio è di 21 mila 170 euro, più alto rispetto ai 20 mila 857 euro dichiarati mediamente nel 2013.

Per semplificare la visualizzazione abbiamo elaborato i dati Comune per Comune e realizzato una mappa interattiva. Puntando il mouse sopra ogni Comune si può visualizzare il reddito medio.

LA MAPPA (clicca qui per visualizzarla a schermo intero)

 A livello nazionale il reddito complessivo totale dichiarato ammonta a circa 811 miliardi per un valore medio di 20.070 euro. Il confronto con l’anno precedente mostra un aumento sia del reddito totale (+0,6%), sia del reddito medio (+1,5%), determinato principalmente dalla crescita dei redditi da pensione: +2% il reddito totale, +3,2% il reddito medio, che – dice il Mef – «compensa ampiamente il calo del numero dei pensionati».

Le deduzioni ammontano a circa 29,2 miliardi, le detrazioni invece a 64,4 miliardi. L’analisi territoriale conferma che la regione con reddito medio più elevato è la Lombardia (23.680 euro), seguita dal Lazio (22.310 euro), mentre la Calabria presenta il reddito medio più basso con 14.390 euro; nel 2013 il reddito medio nelle regioni del Sud e del Centro è cresciuto meno della media nazionale. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luis

    Al netto delle banalità e dei luoghi comuni più beceri, sono dati aggregati delle sole dichiarazioni dei redditi, quindi bisogna tener conto di 2 fenomeni: 1. per la statistica se i ho 2 milioni e un altro nessuno, abbiamo 1 milione a testa. 2. Se io mi spacco la schiena e faccio il muratore in nero per pagare il mutuo, vengo considerato come lo zingaro che spaccia e ruba e non dichiara un centesimo…

    1. Scritto da gianni

      Se ti spacchi la schiena non fai tanto il muratore, io, e come il sottoscritto migliaio di altri operai ci spacchiamo la schiena in fabbrica con mascherine e altri dispositivi contro la nocivita’ e PAGHIAMO TUTTO IN BIANCO, anche con i mutui da pagare, e quelli che lavorano in nero, fanno media solo x frodare detrazioni e assegni famigliari non avendone diritto…Bene avanti cosi, poi reclamate diritti… e pensioni che vi sembrano basse… dopo averci marciato una vita nell’illegalita’….

  2. Scritto da Bertoldo

    Un po’ di anni fa era comparsa una mappa dei depositi bancari pro capite. Era molto diversa dai redditi dichiarati…

    1. Scritto da Aldo

      Da uno stato canaglia e vessatore, bisognerà pur difendersi!

      1. Scritto da gianni

        Lo stato e’ canaglia solo x qualcuno, quelli che non vogliono pagare le giuste tasse e le fanno pagare a chi le deve pagare tutte a monte, quindi noi non possiamo difenderci dallo stato canaglia, e dobbiamo sentire voi lamentarvi… il nero in ogni dove vale come il forestale inutile…

        1. Scritto da Aldo

          Certamente, ma farei cambio volentieri con un posto statale fisso per l’eternità senza obbligo di produttività. E sono decine di migliaia. Faccia questi conteggi, moltiplicati per decenni (e andrà avanti ancora…..) e vedrà che il mio (eventuale) nero sarà ridicolo per danno alla collettività. Lo stato è il primo evasore a norma di legge, per la tassazione agevolata ai parlamentari e per tutte le storture e clientelismi che permette anche alle sue associazioni “collegate”. Buona Pasqua

          1. Scritto da gianni

            Continuando Le dico che sono le persone che fanno le leggi a proprio vantaggio e non lo stato, quelle persone magari votate da molti che evadono o evadevano proprio perche’ poi garantivano i condoni. Quelli come il sottoscritto non ne hanno mai fatto uno di condono, e mi girano le scatole quando lo propongono x guadagnare consenso elettorale. E molti ci hanno marciato su questa onda, nonostante lo sdegno di molti cittadini onesti. Faccia due calcoli anche x quelli come noi che non evadono…

          2. Scritto da gianni

            No caro Aldo, io non faccio lo statale, e per di piu’ non mi piacciono le persone che vedono sempre il lavoro degli altri piu’ bello e comodo! Ammesso che sia piu’ comodo e sicuro avere un posto da statale come dice Lei, provi pero’ a vedere che forse lo stipendio non e’ uguale; inoltre alcune scelte nella vita sono fatte guardando al proprio guadagno economico, al quale si potrebbe rinunciare in partenza quando le cose vanno bene, e non dopo quando la crisi soffia forte.

      2. Scritto da Galera !

        Lo stato è canaglia perchè non difende me da te .

        1. Scritto da Aldo

          Yes ;-), stia sereno che non sono nelle nostre valli i parassiti maggiori…. tranquillo….. Forse c’è gente che fa del nero impiegando ore del suo tempo libero, magari spaccandosi la schiena (quando c’era lavoro), non certo come falso forestale o falso invalido….. Da malcostumi simili permessi dallo stato, il quale poi alza le tasse a me, è giusto difendersi come si può!

          1. Scritto da Galera !

            Non sono interessato alle tue distinzioni : i parassiti sono parassiti ed i frodatori sono frodatori , al nord , al centro ed al sud.

  3. Scritto da Nino

    Più che la mappa dei redditi è quella della dichiarazione dei redditi, non è la stessa cosa.

    1. Scritto da bergamasc

      Appunto….probabilmente nelle valli dichiarano meno perchè molti sono muratori che fanno nero.