BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dalmine, nuovo scontro per la visita nell’ex asilo “Salvini resterà fuori”

I consiglieri leghisti Facchinetti e Terzi chiedono il permesso per una visita con il segretario del Carroccio ma il primo cittadino Alessio dice no: "Nella struttura faremo un sopralluogo ufficiale con tutti i consiglieri di Dalmine dopo le festività pasquali".

A Dalmine è scontro continuo sull’arrivo dei profughi. Dopo la polemica sollevata dal consigliere di minoranza Gianluca Iodice sui presunti lavori iniziati senza i permessi nell’ex asilo San Filippo Neri che dovrebbe ospitare i richiedenti asilo a spese della Caritas, venerdì sono arrivate in Comune al sindaco Lorella Alessio le richieste per un sopralluogo urgente nella struttura da parte dello stesso Iodice e dei leghisti Claudia Terzi e Fabio Facchinetti che, come comunicato, sarebbero stati accompagnati dal segretario del Carroccio Matteo Salvini. La richiesta, però, è stata respinta dall’amministrazione dalminese: "Martedì 7 aprile – si legge nella comunicazione inviata dal primo cittadino ai leghisti – non vi sarà alcun sopralluogo. Anche altri consiglieri hanno chiesto di effettuare un sopralluogo presso la stessa struttura, per questo sarà mia premura organizzarlo a beneficio dei soli consiglieri comunali e con la mia personale presenza".

Tradotto, il sopralluogo si farà ma con tutti gli esponenti che siedono nel Consiglio comunale di Dalmine. E, soprattutto, senza Matteo Salvini.

Una decisione che ha mandato su tutte le furie i leghisti: "Il sindaco ha respinto la nostra richiesta adducendo la scusa che in futuro verrà organizzato un sopralluogo anche con altri consiglieri – ha comunicato Facchinetti -. E’ singolare che non permetta a noi di entrare in un edificio pubblico, mentre chiunque altro non solo può farlo ma addirittura compiere un reato come quello di danneggiamento di proprietà pubblica".

"Nella nostra comunicazione al sindaco avevamo anticipato che al sopralluogo avrebbe partecipato anche Matteo Salvini – continua Claudia Terzi, oggi assessore regionale all’Ambiente con la Giunta Maroni – e forse è proprio per questo che il sindaco ci ha negato l’accesso. Forse teme la presenza di un europarlamentare? Oppure teme che la presenza di Salvini tenga alta l’attenzione sul pessimo comportamento che il sindaco ha posto in essere relativamente alla vicenda clandestini? O ancora che un accesso troppo tempestivo non le permetta di sistemare i danni fatti da chi è intervenuto senza autorizzazioni? Mi stupisce l’affermazione del sindaco Alessio laddove ci anticipa che al sopralluogo se e quando verrà organizzato (ovviamente a suo uso e consumo), potranno partecipare solo i consiglieri comunali. Ha forse qualcosa da nascondere? L’ex San Filippo Neri è patrimonio di tutti e tutti i cittadini devono poter controllare come viene utilizzato e da chi".

Il sindaco Alessio ha confermato che il sopralluogo sarà fatto dopo le festività pasquali: "Data e orario saranno comunicati ai consiglieri nei prossimi giorni".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Merlino

    Facchinetti se non erro lei è un geometra, non bastano le sue competenze? Serve papà Salvini per tenerle la mano?
    Iodice con il sopraluogo vuole verificare se dopo l’intervento abusivo, possiamo risparmiare sulla ristrutturazione da lei preventivata visto che qualcuno ha già iniziato la demolizione?

  2. Scritto da Marco

    Mi domando come mai a noi per sistemare casa ci vengono chiesti documentidi ogni genere ed in più dobbiamo mettere bene in evidenza il cartello dei lavori mentre il comune si e preso la libertà di non esporre nient… Della serie la legge non è uguale per tutti… È poi basta buonismo già la povera Italia sta andando a rotoli grazie hai nostri politici, non ci servono altri problemi da risolvere.

    1. Scritto da Merlino

      anziché ascoltare solo le bugie di chi avendo perso credibilità e voti si leggessero i documenti ufficiali, si potrebbe capire che l’amministrazione ha bloccato i lavori iniziati senza autorizzazione. Nel caso in cui la convenzione con Caritas non venisse finalizzata, hanno l’obbligo di ripristinare quanto modificato a come era prima dell’inizio lavori. Se poi consideriamo come la precedente giunta ha valorizzato la struttura potrebbero lasciarla anche così che cambia poco!

  3. Scritto da planets

    auspico che tutti i politici che hanno fatto demagogia e razzismo al solo fine di istigare gli istinti più bassi, un giorno vengano considerati per quello che realmente producono visto che sono lautamente pagati dal popolo. Non esiste alcun lavoratore che può permettersi tante assenze sul posto di lavoro quante ne colleziona salvini al parlamento europeo, svegliamoci tutti, siamo noi a permetterglielo

    1. Scritto da il polemico

      e pensa che salvini era 122esimo in fatto di assenze,chissa gli altri 121 di dove sono e quante assenze hanno sul groppone,però di loro nessuno ne parla,chissa come mai…ci saranno pure del pd??mahhh

  4. Scritto da Miki

    Bè logico: alla sua età dovrebbe avere almeno la licenza elementare.. Comunque grandi proggietti in casbah Lega: l’uomo nero&il babau. Poi si stupiscono se nel centrodestra preferiscono avere Tosi (ma anche Toti,Brunetta o l’ombra del Berlusconi che fu) piuttosto che rischiare il “ducetto salvini” candidato outsider alle primarie (non si sa mai..)

    1. Scritto da planets

      non voto pd che considero la nuova dc. Il fatto che ci siano in Italia politici assenteisti, analfabeti, retrogradi, demagocici, strafottenti, menefreghisti e con poco senso dello stato non giustifica l’ operato di salvini. Sono stanco di sentire che al peggio non c’ è limite, gradirei una classe dirigente e politica migliore, spero di non essere l’ unico a pensare che giustificare gli inetti è sempre un errore, saluti

  5. Scritto da il polemico

    ,un edificio pubblico su suolo italiano resta vietato ad un italiano,ma aperto agli illegali….ecco come sta andando l’italia,con i sindaci e la caritas che di fatto favoriscono la tratta delle bande criminali che ri arricchiscono con la gente che il pd vuole accogliere in italia,…..nel frattempo le bande criminali ringraziano per la mole di lavoro che il governo itlaiano sta dando ai loro traffici

    1. Scritto da giggi

      c’è da domandarsi se ci sei o ci fai. le panzane come le racconti tu non le racconta nessuno, davvero.

      1. Scritto da il polemico

        sei sempre spettacolare nei tuoi commenti,sei capace di affermare che il sole è blu se ti conviene,anche se blù non lo sarà mai.qui ci troviamo un cittadino nato su usolo italiano a cui viene impedito di entrare in un edificio pubblico su suolo itlaiano e tu affermi che non è vero..ridicolo tu e io che pure ti rispondo,

        1. Scritto da bueeasini

          Vedo che ti da fastidio che qualcuno giri sempre la frittata a sua convenienza. Peccato che non ti rendi conto che è quello che fai tu in ogni post!! Non perchè un edificio e’ pubblico significa che ogni cittadino possa entrarci a proprio piacimento.. Ti servono esempi o ci arrivi da solo?? A maggior ragione se questo cittadino non è del paese ed ha intenti provocatori come Salvini. Io lo lascerei entrare e poi lo denuncerei art. 633cp. Ma lui non è stupido.. Manda gli altri avanti

          1. Scritto da il polemico

            io ho semplicemente scritto che su suolo pubblico italiano viene impedito ad un cittadino nato in italia di entrare in un edificio pubblico italiano,ma non agli illegali,dove al contrario li si accoglie con ristrutturazioni….dove stiamo finendo?ora ci troviamo gente che dice che non è assolutamente vera questa cosa,però da ragione al sindaco che ha emanato sto divieto..comunque credo che a un politico non sia ocncesso vietare una simile circostanza..sei la fotocopia dell’altro per caso?

          2. Scritto da ci6ocifai

            tu per giustificare le tue tesi strampalate devi scrivere piu’ falsità: 1) Su suolo pubblico italiano a “chiunque”, a prescindere da nazionalita’, razza o cittadinanza è normalmente impedito accedere ad un edificio pubblico chiuso. E’ la legge. 2) Si parla di PROFUGHI non di clandestini e tantomeno di illegali. Sono mandati per ordine prefettizio. Dov’eri tu o Salvini quando il tuo Maroni intimo’ a regioni e comuni di accogliere i profughi libici regalando migliaia di permessi di soggiorno?!

    2. Scritto da vacario

      Da quando Salvini è italiano e non padano..?
      Se volete aiutare i lavoratori della Dalmine mobilitate il Sin.pa (sindacato padano) . Do ️️you remember?

      1. Scritto da il polemico

        come non detto,si ironizza su chi ha perso il posto di lavoro.sicuramente i 400 della dalmine non so se riderebbero delle tue battute,nel frattempo resteranno senza reddito,perchè il pd e il sindaco di dalmine hanno deciso di dare la precedenza ad altri. si poteva chiedere un intervento del ex segretario della cgil epifani,molto vicino al governo attuale .. la cosa più assurda è che gli elettori del pd dicono che non è vero nulla e che è tutto inventato.vabbe,che dire??nulla

        1. Scritto da vacario

          Ecco bravo non dire più nulla. Fai una figura migliore, per te vale il motto che capeggia all’ingresso dell’Accademia militare di West Point. Ti lascio il piacere della ricerca.

  6. Scritto da terzi-eta'

    la Terzi, profuga da dalmine a sua insaputa (infatti ha tenuto il piede in due scarpe per riscuotere il doppio stipendio…), pur costandoci oltre 10mila euro al mese non è in grado da sola a vedere in che situazione si trova l’asilo del paese che ha abbandonato e deve per forza chiamare da bruxelles la badante salvini, che paghiamo altri 20 mila euro al mese dei nostri, per farsi accompagnare. 20+10 sono 30 mila euro al mese dei nostri per due persone che per dalmine hano fatto e fanno zero!!

  7. Scritto da Riccardo

    Il fannullone di Bruxelles vada a lavorare!

  8. Scritto da bravasindaco

    Brava Sindaco! Non l’ho votata ma concordo con lei. Sono decine i paesi di bergamo e lombardi che hanno accolto ed accoglieranno profughi (anche con sindaci leghisti!) pero’ Salvini viene per fare pura cagnara solo a Dalmine… chissa’ perche’ sia lui che la ex sindaca Terzi (che ha abbandonato il paese nel bel mezzo della sua legislatura) ci tengono tanto ora a dalmine… sara’ forse perche’ vogliono affibiarci la nuova autostrada bg-treviglio dopo l’inceneritore?!? Stia a casa sua salvini!

  9. Scritto da Federico

    Ha fatto bene, che c’entra Salvini? Si sarebbe presentato con la felpa Dàlmen?

  10. Scritto da renato

    Quanto rumore per nulla!
    L’asilo è ancora lì non si è mosso, non è stato abbattuto e Salvini cosa verrebbe a fare, a insultare ancora una volta i dalminesi? Credo che i consiglieri siano in grado di vedere con i propri occhi, o no?

  11. Scritto da Gaia

    Oggi che è Venerdì Santo potremmo tutti smetterla con le polemiche e pensare solo a pregare per riuscire ad essere più accoglienti verso il nostro prossimo, di qualunque colore abbia la pelle, senza continuare a versare fango su chi sta mettendoci la faccia per aiutare chi sta sicuramente peggio di noi?