BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Terno d’Isola, c’è il sì del consiglio comunale per le ronde dei cittadini

Passa in consiglio comunale a Terno d'Isola la mozione presentata dalla lista civica Vivere Terno sull'attivazione di un servizio di volontari per la sorveglianza e il presidio del territorio: ora la palla passa all'amministrazione che dovrà affidare l'incarico ad un'associazione tramite convenzione.

Il consiglio comunale di Terno d’Isola ha dato il via libera all’attivazione di un servizio di volontari per la sorveglianza e il presidio del territorio: sotto la spinta del capogruppo della lista civica Vivere Terno Gianluca Sala la mozione ha raccolto i voti favorevoli della maggioranza e i soli voti contrari del centrosinistra.

La mozione, presentata al sindaco Corrado Centurelli e all’assessore alla Sicurezza Raffaella Picenni il 17 marzo scorso, è stata discussa tra gli ordini del giorno nel primo consiglio comunale utile, quello di martedì 31 marzo.

Partendo dall’esperienza di iniziative simili intraprese da vicine amministrazioni comunali come Brembate, Madone e Ponte San Pietro, Sala ha sottolineato la sempre crescente necessità di sorveglianza del territorio anche a Terno d’Isola, per contrastare il fenomeno dei furti e di altre attività illecite: “Iniziativa che – si evidenzia nella delibera – ha evitato il diffondersi di reati contro il patrimonio. Nel nostro territorio esistono tutti gli elementi per intraprendere una identica ed eguale iniziativa, considerato anche che alcuni cittadini ternesi già svolgono l’attività con successo in altri comuni dell’Isola che presentano problematiche simili a quelle del nostro paese”.

La richiesta è stata accolta dal consiglio comunale che ha impegnato l’amministrazione guidata dal sindaco Centurelli ad attivare l’iniziativa in collaborazione e sotto la supervisione delle forze dell’ordine: “Sul tema della sicurezza le aspettative della cittadinanza sono state disattese – aggiunge Sala – Considerata la lacuna abbiamo ritenuto di dover dare una spinta in questa direzione: ora sta tutto nelle mani dell’Amministrazione, sperando che si impegni e che la questione non venga dimenticata in un cassetto. Il primo passo è quello di contattare un’associazione del territorio dedita a questo tipo di attività, sottoscrivere una convenzione e impegnare una cifra per garantire il servizio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pedro

    perchè i comuni non organizzano delle “passeggiate” aperte a tutti? il problema è che la gente sta sempre chiusa in casa! se invece di aspiranti sceriffi avessimo per strada gruppi di persone che chiacchierano e passeggiano, avremmo lo stesso effetto e non ci sarebbe l’aria da far west che, sinceramente, non fa bene a nessuno!

    1. Scritto da rena

      bene invitiamo tutti i cittadini a passeggiate notturne fino le ore 02/03 del mattino, così abbiamo accontentato il nostro amico pedro

  2. Scritto da Bene, bene.

    Non si vive di rendita all’infinito, caro Centurelli.

  3. Scritto da Chi è chi?

    Ma come il super Sindaco consigliere Provinciale e il suo grande assessore alla sicurezza si fanno dettare l’agenda dalle minoranze? Troppo impegnati a fare altro o incapacità politica?