BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tenaris, cambio al vertice Sergio Tosato nuovo Ad Zanotti guiderà gli Usa

Da mercoledì 1°aprile 2015 Luca Zanotti lascerà il suo posto di amministratore delegato a Sergio Tosato: due uomini Tenaris di provata competenza e di lungo corso che assumono dal prossimo anno ruoli di ulteriore grande responsabilità.

Cambio al vertice di Tenaris Dalmine. Da giovedì 1° aprile Luca Zanotti lascerà il suo posto di amministratore delegato a Sergio Tosato: due uomini Tenaris di provata competenza e di lungo corso che assumono dal prossimo anno ruoli di ulteriore grande responsabilità.

NUOVO INCARICO PER ZANOTTI

Zanotti, assumerà la carica di amministratore delegato Tenaris Usa. Un mercato, quello americano, che oggi rappresenta per il gruppo, leader nella produzione di tubi di acciaio senza saldatura per l’industria energetica, l’area commercialmente più strategica a livello mondiale, concentrando infatti oltre il 40% delle vendite totali della società. Le prospettive del mercato Usa si annunciano sempre più interessanti, grazie allo sviluppo della rivoluzione delle shales.

Per sfruttare queste potenzialità, Tenaris sta costruendo in Usa, a Bay City in Texas, anche un nuovo impianto, con un investimento stimato di 1,5 miliardi di dollari, primo progetto greenfield negli ultimi 60 anni.

Zanotti, 47 anni, bergamasco doc, si è laureato in Ingegneria elettronica al Politecnico di Milano, conseguendo poi l’Mba alla Sda Bocconi Business School. Entrato nel gruppo 12 anni fa, ha ricoperto varie cariche, tra cui quella di ad in Exiros, la società di procurement di Tenaris.

SERGIO TOSATO ALLA GUIDA DI DALMINE

A succedergli sarà Sergio Tosato, laureato in ingegneria meccanica, 65 anni, vicentino di nascita, ma bergamasco d’adozione, vanta una lunga carriera in Dalmine e Tenaris, avendo ricoperto molteplici posizioni fino alla Direzione Industriale di Dalmine prima, e di Tenaris a livello globale poi, passando per l’Argentina, il Messico e gli Stati Uniti, coordinando la realizzazione dei più importanti progetti di espansione industriale dell’azienda nel mondo, tra i quali proprio quello di Bay City.

Tra l’altro Tosato ha partecipato allo sviluppo tecnologico e all’avvio dell’Ftm, l’impianto che per Dalmine ha rappresentato un importantissimo salto tecnologico "esportato" poi in altri impianti Messico, Usa, Canada, Argentina, Russia e Cina, consentendo maggiore produttività e qualità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.