BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Acerbis, non solo moto In crescita nel 2015 il settore calcio fotogallery

Ai nastri di partenza un progetto di management innovativo, presentato in un incontro nella sede di Confindustria Bergamo.

Più informazioni su

Focus sul marchio sportivo e una marcia in più grazie a un progetto di management innovativo. Per Acerbis Italia ci sono concrete prospettive di crescita per il 2015 ed è il momento giusto per dar corso ad un innovativo progetto di management sotto il segno del “Lean Thinking”.

L’azienda sarà infatti apripista in questa metodica innovativa che applica i principi del pensiero snello, che hanno razionalizzato i processi produttivi di diverse aziende anche bergamasche, nelle più alte sfere del management. Se ne è parlato nella sede di Confindustria Bergamo durante il convegno dal titolo “Dal Lean Thinking al Lean Lifestyle” organizzato dall’Associazione e che ha visto come testimone Guido Acerbis, amministratore delegato di Acerbis Italia spa.

Luciano Attolico, managing director di Lenovys, ha spiegato i principi di queste metodiche, che possono essere acquisite sia con programmi aziendali che interaziendali rivolti a imprenditori, manager e professionisti di tutti i settori e hanno l’ambizioso obiettivo di far diventare il Lean Thinking un nuovo stile di vita, con lo scopo di semplificare e aggiungere valore alle attività personali, riducendo gli sprechi individuali e di team, ritrovando benessere e risultati dentro e fuori l’azienda.

“Stiamo applicando con successo i principi della lean alla parte produttiva – ha spiegato Guido Acerbis, nel suo saluto introduttivo – ed ora faremo partire un progetto semestrale concentrato sul management, che è essenziale e delicato. Non ci aspettiamo risultati di breve periodo, perché i processi sono necessariamente lunghi. In particolare vogliamo focalizzare la corretta impostazione del lavoro di team, che risulta molto più efficace se si acquisisce un metodo e si lascia meno spazio all’improvvisazione”.

Acerbis Italia, 250 dipendenti, di cui 150 ad Albino, ha chiuso il bilancio 2014 con 42 milioni di fatturato ed ha buone prospettive di crescita quest’anno e un obiettivo di 46 milioni, grazie alla spinta internazionalizzazione del marchio, che firma non solo caschi, giacche e articoli tecnici per il motociclismo, ma anche abbigliamento calcistico, pur mantenendo la produzione di parti plastiche realizzate per clienti come Bmw, Ducati e Ktm, grazie a cui si è sviluppata.

Dopo essere entrati nel mondo della Superbike come partner del team Suzuki, sta commercializzando una gamma di nuovi prodotti rivolti al mondo delle moto da strada. Buone prospettive anche per il settore calcio. L’esperienza e la conoscenza maturate in questi anni hanno portato alla creazione di una linea dedicata a sviluppare l’attività nel settore, con l’ideazione, la realizzazione e la commercializzazione di abbigliamento tecnico e accessori e l’inserimento del marchio Acerbis in Ligue 1 francese e nella Premier League britannica. Del gruppo fa parte anche la filiale americana, anch’essa orientata a guadagnare quote nel settore calcio, in particolare in Canada.

 

“Gli Stati Uniti sono un mercato in crescita e dove beneficiamo del cambio favorevole – ha spiegato Guido Acerbis – ma puntiamo molto anche sul difficile mercato della Germania”. Completano la spinta fuori confine anche la recente commercializzazione in Cina tramite licenza ad un’azienda locale. E’ stato invece ceduto il marchio di arredamento Design of love. 
(Clicca qui e guarda qui tutte le fotografie)

Rossana Pecchi

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.