BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cristina Moro alla guida del Rotary Bergamo Ovest fotogallery

Passaggio di consegne al Rotary Bergamo Ovest tra il presidente uscente Alberto Barzanò e l'incoming Cristina Moro.

Più informazioni su

Nella sempre splendida cornice di Città Alta che riempie con la sua incomparabile bellezza e suggestione il panorama che si ammira dal Roof Garden Restaurant del San Marco si è svolta, lunedì 4 giugno, la cerimonia per il passaggio delle consegne tra il presidente uscente Alberto Barzanò e l’incoming Cristina Moro.

La cerimonia ha avuto inizio con il saluto alle bandiere accompagnato dall’esecuzione degli inni, nazionale europeo e rotariano, e seguito da un minuto di silenzio per ricordare le vittime del terremoto dell’Emilia.

Il Presidente Alberto Barzanò, prendendo la parola, ha salutato anzitutto gli ospiti presenti e un cenno particolare lo ha dedicato alla Presidente del Rotary Club Bergamo Sud, Nicoletta Silvestri, la cui famiglia è originaria delle zone terremotate.

Come in precedenti cerimonie di passaggio delle consegne, è stata colta l’occasione per dare maggiore solennità alla presentazione di nuovi soci ed al conferimento di riconoscimenti della “Paul Harris Fellow”. Il nuovo socio presentato è l’avvocato Giovanni Rota, figlio di rotariano e nipote del consocio Bepi Rota, presentato da Alessandro Colli cui è seguito un breve commento da parte dell’Assistente del Governatore Pietro Giannini il quale ha sottolineato l’importanza di rafforzare la compagine sociale dei club rotariani con l’ingresso di nuove e qualificate professionalità e di tenere presenti le finalità rotariane che si possono riassumere nel motto “Service above self” .

È stata quindi la volta del conferimento di due “Paul Harris Fellow” la prima delle quali è stata attribuita a Eugenio Torrese, direttore dell’Agenzia per l’integrazione, associazione costituita dal Comune e dalla Provincia di Bergamo, di cui anche il Club è socio, per il suo contributo volto a facilitare, stimolare e sostenere l’integrazione tra italiani ed immigrati.

Barzanò ricorda la proficua collaborazione intercorsa con l’Agenzia e l’impegno programmatico che il Rotary Bergamo ha perseguito in questo anno sociale per il sostegno di progetti di integrazione degli immigrati nel nostro tessuto sociale ed economico e ha richiamato il recente convegno da noi organizzato all’auditorium dell’associazione Artigiani sul tema “Bergamo e l’immigrazione di successo”.

La seconda Paul Harris è stata attribuita a Carmelo Antonuccio che ha contribuito al tema dell’integrazione con particolare riguardo a quella dei rifugiati politici. Barzanò ha rammentato che proprio nei giorni scorsi un altro rifugiato, grazie all’intervento del Rotary Bergamo, ha trovato una collocazione lavorativa.

Il presidente Barzanò ha proceduto nella cerimonia di scambio delle consegne con Cristina Moro che riceve il “collare” presidenziale ringraziando per la stima che i soci le hanno riservato eleggendola a tale prestigioso incarico e sottolineando l’affermazione del ruolo femminile all’interno dei club rotariani.

Moro ha illustrato il programma che intende realizzare, attraverso azioni e progetti specifici, seguendo le linee guida dettate dal Presidente Internazionale Sakuji Tanaka, il cui motto che riassume il suo programma per l’anno rotariano 2012/2013 è “La pace attraverso il servizio”.

I propositi che sono stati annunciati riguardo al programma sono quelli di rafforzare e dare maggiore visibilità al club con azioni che devono ottenere una ampia condivisione da tutti i soci e con le priorità che il Presidente del Rotary International Tanaka e il Governatore distrettuale Milanesi hanno annunciato.

Nel corso della serata è stato proiettato un filmato contenente il discorso pronunciato da Tanaka davanti all’Assemblea Internazionale che lo ha eletto. Tanaka ha affermato che entrando a far parte della famiglia del Rotary, da imprenditore di successo la cui attenzione era rivolta al suo business, si è “reso conto di volere obiettivi migliori e più elevati. La cosa più importante nella vita è essere utili al prossimo. Ho capito che aiutando gli altri ero in grado di edificare la pace”. Tanaka ha aggiunto che il Rotary può aiutare ad ottenerla attraverso le sue azioni che aiutano a soddisfare i bisogni basilari degli altri: fornire assistenza medica, strutture igieniche, cibo e istruzione, con ciò riducendo le cause dei conflitti, gettando ponti di amicizia e tolleranza tra popoli e nazioni, aiutando a comprenderci l’un l’altro.

Tanaka ha rimarcato poi “per me servire al di sopra di ogni interesse personale è più di un semplice motto, è un modo di vita che rende ogni vita più ricca e piena di significato”.

Concluso il filmato, una inaspettata e gradita sorpresa è stata riservata ai presenti con l’esibizione di un balletto che per protagoniste ha avuto giovani studentesse dell’Associazione culturale “Ballet Studio” di Bergamo, diretta da Rosa Noris, una scuola di danza classica ad avviamento professionale che ha ricevuto anche riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale.

Dopo l’applaudito balletto, Cristina Moro ha sottolineato l’importanza di affrontare i prossimi impegni in un clima di amicizia e fiducia reciproca e ha ricordato che il successo del club dipende dall’impegno di ognuno dei soci e che la società si aspetta molto dai Rotary. Moro ha concluso il discorso con le seguenti parole : “Ciò che conserviamo per noi si è già perduto, ciò che doniamo sarà nostro per sempre”.

Il Presidente uscente, prima della chiusura della cerimonia con il classico tocco di campana eseguito insieme a Cristina, notando che in occasione degli eventi calamitosi dell’Emilia si è riscontrato che gli ospedali non sono dotati di un protocollo di sicurezza che detti i comportamenti da seguire in caso di terremoto, ha proposto di attivarsi, attraverso le professionalità presenti nei club rotariani, per donare un tale protocollo a maggiore tutela, in casi similari che ci si augura siano lontani da noi nel tempo e nello spazio, della incolumità dei degenti e del personale ospedaliero.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.